Home / News / Addio panchina corta. La Juve bis vince e convince

Addio panchina corta. La Juve bis vince e convince

“Il giorno dopo la sconfitta di Cardiff, Massimiliano Allegri cominciò a disegnare la nuova Juventus. Con la finale di Champions League contro il Real, il tecnico ha avuto la conferma che la Juventus aveva bisogno di una panchina più lunga . Ad Atene, la Signora delle seconde linee di lusso ha dato dimostrazione di efficienza e affidabilità. Nella bolgia greca si è difesa strenuamente con le manone di Szczesny e la prestanza di Benatia, ha spinto sulla fascia con De Sciglio e ha segnato il 2-0 con Bernardeschi. L’ex viola ha un ottimo rapporto gol fatti/tempo trascorso in campo. Medhi Benatia non ha faticato a entrare nella mentalità Juve, avendo già giocato in squadre di vertice. L’anno scorso ha convinto la Juve a riscattarlo dal Bayern, adesso si sta confermando all’altezza di Barzagli e Chiellini. Martedì sera c’è stata un’altra prima volta: il debutto di Wojciech Szczesny coi bianconeri in Champions. Ha sostituito Buffon, fermato da un dolore al polpaccio, e per non farlo rimpiangere si è esibito in due parate, una respinta di piede e un’uscita, provvidenziali per blindare la porta bianconera.  Tra i migliori del Karaiskakis c’è pure Mattia De Sciglio. Sulla fascia destra è tornato a muoversi con la naturalezza degli inizi, quando ancora non sentiva la pressione: difesa attenta e una buona intesa con Cuadrado. ” Lo riporta la Gazzetta dello Sport

Check Also

GOAL.COM, Lenglet: “Nel 2012 sfiorai la Juve, ma…”

Clement Lenglet, difensore del Barcellona, ha rivelato un retroscena di mercato relativo al 2012 nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.