Home / News / CALDARA: “Tutti ambiscono alla Juventus. Ronaldo…”
slide-caldara-juventus

CALDARA: “Tutti ambiscono alla Juventus. Ronaldo…”

Giornata di presentazioni in casa Juventus. Matteo Caldara, neo difensore della Vecchia Signora, incontra i giornalisti all’Allianz Stadium per la sua prima conferenza da bianconero. Queste le sue parole:

“Momento importante. Sono in una grande squadra e dovrò dimostrare di meritarlo.

Su Ronaldo “E’ uno stimolo. Curioso di vederlo e vedere come si allena”.

Sul centro sportivo “E’ di altissimo livelli. Campi e strutture perfette”

Su Barzagli e Chiellini “Basta vederli per capire perchè la Juventus vince. Qui mentalità vincente”

Sull’ultima stagione: “Ho dato tutto per l’Atalanta. Difficile perchè sapevo di dover venire qui, ma ho cercato di essere professionale”

Sull’essere un giocatore della Juventus “Mi sento bene. Tutti ambiscono ad arrivare alla Juventus”
Su Ronaldo: “c’è molto entusiasmo. In Italia son molti anni che non si porta un campione di un certo calibro. La società ha fatto una impresa a portare il migliore giocatore del mondo. Entusiasmo giusto. Sono onorato di giocare con lui”

Sul fare aspettare la Juve “il treno passa una volta sola, ma io, la mia famiglia e il mio procuratore abbiamo deciso che non ero pronto e di aspettare un anno e mezzo. Credo sia stata la scelta migliore per tutti”

Sul sul idolo “Il mio idolo era Nesta. Ho preso il 13 per lui. Ho imparato a stimare Chiellini. Avevo il suo poster. giocare con lui è motivo di orgoglio. Mi sta aiutando tanto a parlare di più e aiutare i miei compagni. Noi vediamo l’azione meglio da dietro. E’ importante parlare”

Sulla concorrenza “C’è molta concorrenza e ci son tanti giocatori forti. E’ di stimolo per migliorarmi. All’inizio non sarà facile.Ma son contento di essere qua, so che mi spronerà a dare sempre di più e migliorarmi”

Cosa prenderesti a Chiellini e Barzagli “Di Chiellini l’attenzione e come si muove sull’uomo. Di Barzagli la lettura sulle palle sia in possesso palla che non”

Sugli obiettivi “Giocare il più possibile. So che sarà complicato.Mi giochero le mie chance e cercherò di giocarmi le mie opportunità e dimostrare al mister che ci sono”

Sulla famiglia “senza la mia famiglia non sarei qui. La mia mentalità deriva da loro. Devo ringraziarli. Ringrazio la mia ragazza che mi è sempre vicino. Sono felice di avere intorno a me persone che mi vogliono bene”

Gasperin “Mi ha detto di non avere paura e cercare di dimostrare le qualità.Gli sono debitore. Senza di lui non sarei qua. Ha tirato fuori di me cose che non sapevo di avere”

Sull’attaccante più difficile da marcare “Il giocatore più difficile è stato Madzukic quando giocava da prima punta”

Sul marcare Ronaldo “Non saprei come. Meglio che non ci penso”

Su Allegri “Si capisce subito perchè ha vinto tanto. Sa trattare i grandi giocatori. Sa quando scherzare ed essere severo. Ci ho parlato poco ma so che ha creduto in me”

Sull’affrontare la Juventus da avversario “Douglas Costa aveva qualcosa in più rispetto agli altri. Giocatore fenomenale. Contro la Juve cercavo di dare il mio meglio. Dovevo dimostrare di essere all’altezza.”

 

Check Also

ronaldo_juve_slide01

DALLA SPAGNA, le 7 sfide di CR7 alla Juventus

Il quotidiano spagnolo Marca analizza l’arrivo a Torino di Cristiano Ronaldo e stila una lista …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *