Home / Esclusive / ESCLUSIVA MB – Birindelli: “Stasera conta la fortuna”. E su Pirlo e Tevez…

ESCLUSIVA MB – Birindelli: “Stasera conta la fortuna”. E su Pirlo e Tevez…

A poco più di un’ora dalla finale di Berlino, FiorentinaUno ha intervistato in esclusiva Alessandro Birindelli, giocatore bianconero che vestì la maglia della Juventus dal ’97 al 2008. Molti gli argomenti toccati dall’ex giocatore.
La Juventus è passata in dieci anni dalla Serie B alla finale di Champions lei si aspettava che il club bianconero potesse tornare ai vertici europei in così poco tempo?
“Devo dire che l’ascesa è stata importante, sinceramente non mi aspettavo che quest’anno facesse questo grande exploit. Soprattutto per come si erano messe le cose a luglio con l’addio di Conte con l’incertezza di Allegri che veniva da un esonero dal Milan. C’è stato un eccezionale lavoro di tutti: dalla società ai giocatori allo staff tecnico. Una bellissima favola. Che sicuramente dal 2008 nessuno pensava potesse verificarsi”.
Senza Chiellini Barcellona sempre più favorito?
“Al di là dei giocatori conta la partita, per me ci sono diversi fattori all’interno di una partita. Le finali di Champions non sempre le vince il favorito quindi l’assenza di Chiellini peserà ma in una partita secca dipende anche lo stato d’animo, l’aspetto psicologico, chi arriva meglio all’ultimo momento e anche chi sarà più fortunato. La fortuna fa parte del gioco e speriamo che stavolta sia dalla parte della Juventus”.
Lei è stato un grande difensore, come si ferma Messi?
“Messi è immarcabile. Secondo me serve una marcatura a uomo con due giocatori. E’ chiaro che una cosa del genere può sembrare anticalcio ma secondo me in una finale conta il risultato”.
Se la Juve dovesse vincere pensa che Tevez e Pirlo lasceranno il club a fine stagione?
“Secondo me Tevez quest’anno o l’anno prossimo lascerà la Juventus così come Pirlo. Dipende anche se la Juventus ha già individuato i sostituti. I due sono due pedine fondamentali però se se ne andassero la dirigenza deve aver pronti chi li sostituirà”.
Juventus attivissima sul mercato prima Dybala, ora Khedira. Secondo lei sono le mosse giuste per continuare il lungo dominio in italia?
“Penso proprio di si. Dybala è un sostituto all’altezza di Tevez è può imparare molto durante gli allenamenti e le partite dall’argentino. Quindi la permanenza di Tevez è importante anche come trascinatore ed esempio per i nuovi arrivati. Dybala è un grande giocatore ma la Juventus è un altra realtà rispetto al Palermo. Il club è l’opinione pubblica pretendono molto dai giocatori bianconeri. Ecco perchè penso che Tevez debba rimanere un altro anno. Comunque avversari per il futuro in Italia non ne vedo”.
Dove guarderà la partità stasera?
“Sono a Berlino allo stadio”.

 

image

 

 

Check Also

GAZZETTA, La Juve ha Fede in Chiesa, ma la viola resiste

“La Juve ha Fede in Chiesa”. Cosi apre in prima pagina la Gazzetta dello Sport …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.