Home / editoriale / ESCLUSIVA MB, CRISTIANO ZANETTI: “Con la Fiorentina sulla carta non c’è partita. Scudetto? Segnato fin dall’inizio”
Dal canale YouTube 'Quotidiano Apuano'

ESCLUSIVA MB, CRISTIANO ZANETTI: “Con la Fiorentina sulla carta non c’è partita. Scudetto? Segnato fin dall’inizio”

Mancano due giorni ad una della sfide più sentite nel panorama del calcio italiano. Fiorentina e Juventus si sfidano al Franchi. Fin qui, i toscani hanno sempre tirato fuori gli artigli. Difatti, nelle 79 gare totali, 27 sono i successi per i Viola, 30 i pareggi e 22 le vittorie per i bianconeri. A raccontarci qualcosa su quello che potrebbe regalarci questa sfida, abbiamo avuto il grande piacere di scambiare quattro chiacchiere insieme ad un ex di entrambe le squadre. Si tratta di Cristiano Zanetti. Cresciuto nelle giovanili della Fiorentina, con la quale ha vinto la Coppa Italia nel ’95/96, è anche uno dei giocatori che ha fatto parte della Juve caduta in Serie B dopo i fatti di Calciopoli. Dal fondo, dunque. Da dove tutto è cominciato.

Due squadre con le quali ha avuto diverse gioie, per quale tiferà? 

“Questa è una bella domanda, sono state due squadre importanti che mi hanno aiutato molto sia come uomo che come calciatore”.

La squadra di Chiesa e di altri giovani  contro la schiacciasassi targata Ronaldo. Cosa dobbiamo aspettarci da questa sfida? 

Sulla carta diciamo che non c’è tantissima partita, perché la Juventus in questo momento  non ha rivali, soprattuto in Italia, però in una partita secca così un episodio può condizionare tutto. Ricordiamoci che il Genoa ha pareggiato in casa della Juventus, potrebbe farcela anche la Fiorentina. Ci vuole un pizzico di fortuna. Un episodio può cambiare la partita, come un’espulsione, ad esempio. Dentro una partita ci sono tante piccole partite. Speriamo, soprattutto per i tifosi di entrambe le squadre, che sarà una bella sfida in quanto è molto sentita. Quest’anno il divario però è molto ampio.”

A proposito di Federico Chiesa: sta dimostrando di avere un grande potenziale, e la Juventus ha già apprezzato il suo talento. Potrebbe esserci anche per lui il passaggio in bianconero?

“Potrebbe esserci, ma non lo so. Dipende da tante situazioni del mercato. Credo che la Juventus abbia sempre preso giocatori, soprattuto negli ultimi anni, importanti e che hanno prospettive. Chiesa potrebbe essere un profilo giusto.”

La Juventus arriva al Franchi con 12 vittorie ed 1 pareggio in queste prime 13 giornate di Campionato. Secondo lei il c’è una squadra che possa ancora fare uno sgambetto o un dispetto alla Juve o il campionato è già finito?

“Credo che il campionato sia segnato dall’inizio. Quando uno gestisce una squadra del genere è difficile poterla battere. Chiaramente ci possono essere delle battute d’arresto anche per la Juventus, però credo sia talmente superiore alle altre squadre che penso possa perdere solo lei lo scudetto, non vincerlo le altre.”

E il Napoli e l’Inter?

“Sono ottime squadre, ma sono un gradino sotto la Juventus.”

Lei ha giocato in B con la Juve : avrebbe immaginato che campioni del calibro di Ronaldo a una decina d’anni di distanza, sarebbero giunti a vestire la maglia bianconera? 

“La Juventus è sempre stata questa, prima di Calciopoli c’erano campioni come Zidane, Del Piero, e Trezeguet: la Juventus ha sempre investito molto. Questi campioni sono arrivati perché ha speso, a differenza di altre squadre. Negli ultimi anni ha speso 90 milioni per Higuain e 100 e passa milioni per Ronaldo. Le altre squadre queste cifre qua non le hanno mai spese neanche in 3 sessioni di mercato. La Juve è così forte perché spende, ha uno strapotere economico importante. Spende e spende bene, va su determinati tipi di giocatori. La Juve non si accontenta, se vuole un giocatore lo prende. Basta vedere quanto guadagna Ronaldo alla Juventus! Percepisce di più dell’intero monte ingaggi netto dei giocatori della Fiorentina (ride). Seppur sia una grandissima squadra, sulla carta non c’è partita. Nel calcio, le differenze in questo momento, soprattutto tra la Juventus e le altre, sono economiche. La Juventus fa acquisti che le altre sognano”.

Potrebbe essere una delle grandi differenze tra la Juventus e le altre squadre il fatto di avere lo stadio di proprietà, le azioni in borsa e un ampio margine di guadagno prodotto dalla vendita del merchandising? 

Sicuramente ogni anno la Juve spende delle cifre considerevoli. I giocatori migliori li tiene e le altre invece li vendono e fanno cassa. La Juve è una squadra che quando ha un giocatore importante lo tiene e ne compra un altro importante senza fermarsi. Basti vedere solo in questa e la precedente sessione di mercato chi è arrivato. È una squadra che ogni anno mette dentro campioni. aveva già un’ottima base ed ora è cresciuta tantissimo. Sono investimenti che le altre squadre italiane finora non hanno mai fatto. Non ho mai visto altre squadre italiane spendere tutti questi soldi, e che si possano permettere un ingaggio come quello di Ronaldo. In più Pjanic, Dybala, Mandzukic, Chiellini, Bonucci, Emre Can, Khedira…”

Con tutti questi grandi campioni insieme, non c’è il pericolo che si pestino i piedi?

 “Difficilmente ho visto una squadra con grandi campioni che si pestavano i piedi. Ho visto squadre dove mancava i grossi campioni. è il campione che fa la differenza. Il problema è quando non ci sono. “

Check Also

MERCATO, I due Manchester si sfidano per Ndombélé

Stando a quanto riporta France Football, per Tanguy Ndombélé sembra essere diventato un duello tra …

One comment

  1. Delpiero capitano

    Bella intervista.. . Complimenti. Zanetti il divario è molto più che ampio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.