Home / News / Gravina: “Voglio restare presidente della Lega Pro. Servono riforme e programmazione”
slide_figc_01

Gravina: “Voglio restare presidente della Lega Pro. Servono riforme e programmazione”

“Io presidente della Figc? No, parlo da presidente della Lega Pro”. Così Gabriele Gravina, a InBlu radio, dopo le dimissioni di Carlo Tavecchio, respinge le voci di un suo possibile approdo alla guida del calcio italiano. “Quel che serve al calcio italiano – ha aggiunto – è un atto di grande responsabilità e in brevissimo tempo individuare una piattaforma programmatica che sia frutto di un consenso generale in grado di tutelare soprattutto gli interessi del mondo del calcio. L’esclusione dal Mondiale – ha sottolineato – è stata una lacerazione fortissima. Dobbiamo prendere spunto per alzare l’asticella dell’entusiasmo del popolo italiano, per far sì che la nostra capacità di reagire in questo momento di grande difficoltà ci porti a realizzare un progetto di rilancio innovativo per il calcio italiano. Non possiamo prescindere dal Coni, è la massima istituzione dello sport italiano. Dobbiamo ricostruire le condizioni ideali di un ambiente che deve abbandonare le tensioni generate negli ultimi tempi”.

Check Also

juventus-mascotte-zebra-settembre-2015-ifa

Fiorello: “Juve-Inter noiosa, i bianconeri si meritavano la vittoria”

Rosario Fiorello, grande tifoso dell’Inter, ha parlato del derby d’Italia a Radio2, durante la trasmissione ‘Italia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *