Home / blu / Giovani in prestito: Kean può fare di più, Audero solita certezza. Pjaca guarda dalla panchina
giovani-in-prestito-kean

Giovani in prestito: Kean può fare di più, Audero solita certezza. Pjaca guarda dalla panchina

La Vecchia Signora si sa guarda sempre al futuro e proprio per questo troviamo diversi tesserati, soprattutto giovani e di prospettiva, in prestito tra le varie squadre di Serie A, Serie B, Lega Pro ed estere. Andandoli a conoscere più da vicino in Serie A troviamo Mattia Caldara e Leonardo Spinazzola nell’Atalanta che in questa giornata nella trasferta di Torino proprio contro la Juventus non sono scesi in campo per il rinvio del match causa neve. A Milano va in scena Inter-Benevento e nei giallorossi milita Alberto Brignoli che però rimane in panchina per l’intera partita. Stessa sorte tocca a Riccardo Orsolini con il suo Bologna. Discorso diverso in Crotone-Spal, scontro salvezza vinto dagli ospiti per 2-3, dove troviamo diversi giovani di proprietà bianconera. Tra i padroni di casa ecco Rolando Mandragora che viene schierato titolare e che rimane in campo fino al termine della partita, ma la sua prestazione è sicuramente al di sotto delle proprie potenzialità risultando non all’altezza delle aspettative; Negli ospiti troviamo invece Mattia Vitale, che però rimane in panchina, e Federico Mattiello che gioca tutta la partita e che offre una prestazione molto positiva, difendendo con ordine e spingendo in avanti all’occorrenza. Nella pesante sconfitta del Sassuolo in casa contro la Lazio troviamo invece Pol Lirola e Rogerio nella rosa dei neroverdi. Il primo non viene convocato, il secondo invece si trova per la prima volta titolare dopo lo scarso impiego fino ad oggi ed ha la prima vera occasione per mettersi in mostra. Chiaro che la partita e la brutta prestazione dei suoi non lo aiuta ma comunque il ragazzo non sfigura anche se manca di esperienza e risulta un po’ troppo falloso guadagnandosi anche un cartellino giallo nella ripresa. Infine nel Verona vittorioso in casa per 2-1 contro il Torino, troviamo Moise Kean, forse il più interessante giovane bianconero che nel primo tempo sembra imprendibile dalla difesa granata, mentre nel secondo un po’ si perde. Alti e bassi per una prestazione comunque positiva ma dove sicuramente poteva incidere di più.

Scendendo in Serie B ne troviamo sicuramente molti altri interessanti come Luca Clemenza che nella sconfitta di Palermo del suo Ascoli, si rende pericoloso in un paio di occasioni e al contrario dei suoi fornisce una buona prestazione che però non va oltre la sufficienza. Tra le fila della Cremonese che in casa conquista un importante pareggio contro il Frosinone, ci sono Roman Macek che rimane in panchina e Pol Garcia che entra in campo al 78’ minuto di gioco senza però lasciare il segno. Nel Venezia di Pippo Inzaghi c’è sicuramente uno dei giovani più interessanti che già ha attirato su di sè l’attenzione di diversi club; parliamo del portiere Emil Audero, che fornisce la solita buona prestazione mantenendo la sua porta inviolata anche grazie all’aiuto dei compagni. Joel Untersee non viene convocato dal suo Empoli nella sfida contro l’Avellino mentre in Novara-Foggia rimane in panchina per la squadra di casa Del Fabro. Infine tutti gli altri tesserati nella serie cadetta ovvero, Luca Marrone e Andrés Tello nel Bari, Alberto Cerri, Luca Coccolo, Nicola Leali e Timothy Nocchi nel Perugia, Ferdinando Del Sole e Cristian Bunino nel Pescara e Luca Barlocco nella Pro Vercelli, vedono rinviate le rispettive partite a causa del maltempo.

 

Ecco gli altri calciatori in prestito, divisi tra Lega Pro e Campionati Esteri:

 

LEGA PRO

 

  1. Davide Cais, Carrarese, 1994 – Nella sfida casalinga vinta per 4-0 contro il Prato parte titolare ma viene sostituito al 46 minuto di gioco.
  2. Stefano Padovan, Casertana, 1994 – La Casertana vince per 1-0 contro il Cosenza, ma lui si vede costretto a rimanere a casa per scontare la seconda giornata di squalifica rimediata per l’espulsione diretta presa contro il Trapani.
  3. Nicolò D’Agostino, Cuneo, 2000 – Rimane in panchina nella partita contro la Lucchese.
  4. King Udoh, Fano, 1995 – Nella sconfitta casalinga rimane in panchina.
  5. Matteo Manfroni, Lucchese, 2000 – Contro il Santarcangelo rimane in panchina.
  6. Nicolò Pozzebon, Mestre, 1997 – In Mestre-Feralpi Salò non viene convocato.
  7. Eric Lanini, Padova, 1994 – Per lui solo gli ultimi 4 minuti di gioco
  8. Claudio Zappa, Pistoiese, 1997 – Nel pareggio interno rimane in panchina.
  9. Giulio Parodi, Pordenone, 1997 – In campo per 90 minuti, diffidato riesce a non prendere il cartellino.
  10. Nazzareno Belfasti, Pro Piacenza, 1993 – Rimane in panchina contro la Viterbese.
  11. Alberto Gallinetta, Ravenna, 1992 – Rimane in panchina contro il Pordenone.
  12. Pietro Beruatto, Vicenza, 1998 – Non convocato per infortunio
  13. Nicola Mosti, Viterbese, 1998 – Per lui solo gli 8 minuti finali in campo.

 

ESTERO

 

  1. Alhassane Soumah, Chiasso, 1996 – Non convocato.
  2. Erik Mattias Andersson, Den Bosch, 1998 – Nel pareggio interno inizia titolare ma viene sostituito al 46’.
  3. Giorgio Siani, Den Bosch, 1997 – Non convocato.
  4. Vlad Marin, Dender, 1995 – Non convocato.
  5. Laurentiu Branescu, Dinamo Bucarest, 1994 – Rimane in panchina nella sconfitta esterna.
  6. Stefano Beltrame, Go Ahead Eagles, 1993 – buona prestazione per il numero 7 che rimane in campo per l’intera partita nella vittoria interna dei suoi.
  7. Vajebah Sakor, Goteborg, 1996 – Campionato da iniziare.
  8. Francesco Margiotta, Losanna, 1993 – Parte titolare ed esce dal terreno di gioco all’85’ nella sconfitta esterna contro il Sion.
  9. Marko Pjaca, Schalke 04, 1995 – Sicuramente il giocatore di maggior talento dei bianconeri in prestito ma nonostante il suo nome rimane in panchina per l’intera partita tra l’altro vinta per 0-2 sul campo del Bayern Leverkusen.
  10. Roger Tamba M’Pinda, Watten, 1998 – Titolare e in campo per l’intero match pareggiato per 2-2 in trasferta.
  11. Stefano Pellizzari, Watten, 1997 – Non convocato.

Check Also

expo-buffon-maglia

Il Boca ci prova per Gigi ma potrebbe essere il suo ultimo anno “giocato”. Futuro dirigenziale?

Secondo le pagine di TuttoSport, dopo una stagione non proprio facile per Gigi Buffon, dopo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *