Home / blu / Il Triste Epilogo
SLIDE_BUFFON_03

Il Triste Epilogo

Sembrava scritto nel destino: Buffon avrebbe chiuso il ciclo in azzurro nello stesso posto dal quale lo aveva iniziato. Allora, in quella gelida serata di Novembre russa di vent’anni fa, l’Italia si stava giocando la qualificazione ai Mondiali di Francia 98′ e tutto filò per il verso giusto grazie alle reti di Casiraghi e Vieri. Fu l’inizio della gloriosa carriera del portiere più forte della storia moderna della Nazionale, conclusasi in una notte di Novembre triste e che di climaticamente gelido aveva solo il paese contro il quale dovevamo qualificarci ai Mondiali senza se e senza ma. Purtroppo per il numero uno bianconero, quel finale naturale di concludere l’avventura in azzurro ai Mondiali russi non ci sarà e per di più la colpa di tutto ciò non passa assolutamente dai suoi guantoni ma da altri personaggi totalmente privi di quel carattere vincente che ha contraddistinto la carriera di Buffon. In questo assai poco incoraggiante scenario calcistico italiano, ci limitiamo a ricordare un portiere capace di portarci con i suoi miracoli da supereroe sul tetto del mondo e più volte vicini a quell’Europeo che purtroppo mancherà nella sua ricca bacheca di trofei, il suo unico vero rimpianto. Ma Gigi oltre che semplice portiere era il leader di quello spogliatoio, colui che si è sempre portato sulle spalle la responsabilità di vittorie o sconfitte. Per questo le sue lacrime nel postpartita di Italia-Svezia sono anche le lacrime di tutta la squadra, di quei Barzagli e Chiellini compagni di squadra e amici che insieme a lui lasceranno la maglia azzurra,ma anche di chi deve dire anticipatamente addio al numero uno dei numeri uno in un epilogo triste e immeritato.

Check Also

slide_uefa_01

Il Milan verrà escluso dall’Europa?

Clamorosa l’indiscrezione proveniente dalla Spagna: secondo infatti quanto viene riportato dal giornale Marca, la Uefa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *