Home / blu / JUVENTUS, Con Kulusevski da giugno sono in tre a rischiare il posto…
Dal profilo Instagram del giocatore

JUVENTUS, Con Kulusevski da giugno sono in tre a rischiare il posto…

I l suo impatto sul mondo Juve non sarà per nulla banale. Se la Signora ha investito così tanto su Dejan Kulusevski è perché lo ritiene già pronto ad entrare nei meccanismi della squadra, anche se lui arriverà solo in estate. Al Parma è esploso giocando come esterno destro d’attacco nel 4-3-3, guarda caso il modulo preferito da Sarri che infatti a inizio stagione era partito con questo assetto, prima dell’infortunio di Douglas Costa che lo ha costretto a virare sul 4-3-1-2. Ma il nuovo arrivato sa ricoprire più ruoli, perché può fare il trequartista ma anche l’interno di centrocampo. Un giocatore di prospettiva e molto duttile: è questo che è piaciuto alla Juve, oltre alle sue sgommate, che hanno fatto volare il Parma. Starà a Sarri trovargli la collocazione tattica giusta. E se da un lato non sarà facile, dall’altro aumenteranno le opzioni a disposizione del tecnico.

A rischio

Ma chi sarà a rischiare di più quando Kulusevski arriverà? Chi dovrà tremare nel momento in cui lo svedesino la prossima estate sbarcherà alla Continassa? Gli indiziati sono tre. Dejan, a seconda della disposizione tattica, andrà a calpestare le zolle di Douglas Costa, Ramsey e Bernardeschi. Il brasiliano è quello che sulla carta deve temere di meno, perché è uno dei giocatori più stimati da Sarri, come il tecnico ha spiegato con insistenza. Il problema è che il brasiliano in questa stagione tormentata è stato più volte costretto ai box e, tra campionato e Champions, ha giocato solo 298 minuti. Ecco perché uno con le caratteristiche di Kulusevski avrebbe fatto comodo già quest’anno.

Deludenti

Lo stesso discorso si può fare per il ruolo di trequartista, anche se in questo caso a pesare è il deludente rendimento di chi ha giocato in quella posizione. In particolare, ci si aspettava molto di più da Aaron Ramsey, che ha alternato buone prove ad altre al di sotto dei suoi standard. Il gallese, arrivato a parametro zero dall’Arsenal, ha qualche attenuante visto che anche quest’anno non ha avuto tregua dagli infortuni, ma sta di fatto che dovrà invertire parecchio il trend da qui a maggio se vorrà mantenere il posto. Così come Federico Bernardeschi, alle prese con una vera e propria crisi d’identità da quando è stato utilizzato da 10. L’ex viola finora ha quasi sempre deluso e spesso è stato anche preso di mira dai tifosi. La sensazione che quella non sia la sua posizione ideale è netta e Sarri nelle ultime due uscite del 2019 lo ha lasciato in panchina. Eppure l’ombra di Kulusevski non si era ancora allungata… Lo riporta la Gazzetta dello Sport.

Check Also

RONALDO, Nostalgia canaglia, ma la Juventus non cede

Secondo quanto riportato da Calciomercato.com Cristiano Ronaldo avrebbe nostalgia del Real Madrid e vorrebbe lasciare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *