Home / blu / La telenovela Icardi: Juve attenta ai numeri della bestia nera(azzurra)
diapositiva1

La telenovela Icardi: Juve attenta ai numeri della bestia nera(azzurra)

Mauro Emanuel Icardi nasce a Rosario il 19 febbraio 1993, la sua storia italiana, ormai nota a molti, si racconta a suon di reti e gossip. Il gol è il suo mestiere, ma le sue storie amorose paragonabili ad un “Beautiful” moderno hanno contribuito ad elevarlo a personaggio cult della telenovela del calcio nostrano. El niño del partido (in italiano il ragazzo della partita) approda nella nostra penisola nel 2010 e nel 2014 si sposa con Wanda Nara, ex moglie di Maxi Lopez (suo compagno di squadra alla Sampdoria), vicenda che troncherà di netto i rapporti con quest’ultimo, e che sarà inoltre capace di destare scalpore e condizionamento negli anni successivi. I cosiddetti due piedi in una sola scarpa, come del resto il suo passaporto, che si divide tra argentino ed italiano (il suo suo bisnonno era di Carmagnola). Cresciuto nel settore giovanile del Barcellona (dove non convince il tecnico Josep Guardiola che ne approva infatti la cessione), emerge in Italia con la maglia della Sampdoria. A Genoa debutta in Serie B il 12 maggio 2012, nella trasferta contro la Juve Stabia, realizzando la rete del successo per 1-2 dei blucerchiati (vittoria che qualifica i doriani ai play-off, quindi al successivo ritorno in Serie A). L’esordio nella massima serie arriva
il 26 settembre 2012 (1-1 contro la Roma), la prima rete il 18 novembre, nel derby della lanterna vinto per 3-1 dai blucerchiati. Il 27 gennaio 2013 il primo poker nel 6-0 sul Pescara e, sempre nello stesso campionato, le sue prime reti alla Juventus, per la precisazione 3 (fra andata e ritorno), gol pesanti che permettono alla sua squadra di essere l’unica a sconfiggere i campioni d’Italia in entrambe le gare (per 1-2 e 3-2).diapositiva1
Nell’estate 2013, Icardi passa all’Inter per la cifra di 13 milioni di euro. Il tempo di prendere residenza a Milano ed ecco la prima rete formato nerazzurro alla “Scala del calcio”, ancora una volta contro la Juventus. Ma le telenovela, come sappiamo, vivono di capisaldi e colpi di scena, ecco allora che nella stagione 2014/15, Mauro bussa ancora alla Vecchia Signora, siglando la sua terza rete all’Allianz Stadium nella gara che termino con il risultato di 1-1. Ma il dente avvelenato di Icardi non smette di mordere, e alla 36° giornata della stessa stagione ancora un’altra rete ai bianconeri. Solo durante il campionato successivo la Juve riesce ad annientare la sua vena realizzativa, che tuttavia si ripresenterà inesorabile l’anno dopo, alla quarta giornata, rete di testa e vittoria per 2-1 nel derby d’Italia in scena a San Siro. L’Inter contro la Juventus, con Icardi in campo, annovera 4 pareggi, 3 vittorie ed altrettante sconfitte. Solo in quattro gare contro la Vecchia Signora l’attaccante argentino non è andato a segno. Il seguito parla della stagione “in onda” quest’anno, di un’andata terminata a rete inviolate e di un ritorno (sabato alle ore 20.45) che andrà in scena ancora una volta all’Allianz Stadium, in quello stadio dove Icardi ha già violato la porta per ben 3 volte. I capisaldi per preoccupare la Vecchia Signora ci sono, ma come detto le telenovele vivono anche di colpi di scena, che sia allora questa la volta buona per cambiare trama e regalare alla Juventus un altro finale. Fermare il bomber argentino ai 7 centri anti-Juve, per continuare la strada verso quel 7 che si vada ad associare, magari, al numero consecutivo di scudetti bianconeri.

Check Also

slide_festajuve07

Incidente durante la festa bianconera, i due tifosi della Juventus fuori pericolo

Come riporta la Gazzetta dello Sport, oggi in edicola, non tutto è andato, purtroppo, nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *