Home / News / MOURINHO: “Juventus su un altro livello”

MOURINHO: “Juventus su un altro livello”

Dopo la sconfitta all’Old Trafford, Mourinho ha commentato il match in conferenza:

“Abbiamo giocato contro una delle più grandi candidate alla vittoria della Champions League. Abbiamo fatto il possibile, avremmo potuto ottenere un altro risultato, specie per come giocato nella ripresa. Non ci siamo riusciti perché Bonucci e Chiellini devono dare lezioni a Harvard su come difendere. È una grandissima squadra, la Juve: Cristiano e Dybala avanti, ma ha qualità a tutti i livelli. È stata una partita difficile, il primo tempo è stato frustrante. Nella ripresa siamo stati più aggressivi e abbiamo messo in campo più sforzi. Non avevamo la possibilità di fare cambi per cambiare l’andamento della gara: abbiamo fatto il possibile. Ora sarà una lotta col Valencia per il secondo posto”.

Cosa manca per arrivare al livello della Juventus?“La Juventus ha vinto lo scudetto per sette anni di fila e ha giocato due finali di Champions. Non sono contenti di quello che hanno, vogliono di più. Avevano Higuain, Mandzukic e Dybala, hanno voluto di più, Ronaldo. Avevano Barzagli, Rugani e Chiellini, hanno voluto di più, Bonucci. Fanno tutto per provare a vincere non voglio dire la Champions ma per vincere il triplette. Che per ora non appartiene a loro: purtroppo per i loro tifosi, l’abbiamo vinto solo noi. Penso che ci siano vicini, però”.

Come mai non ha fatto cambi?“Alexis Sanchez e Lingard erano in tribuna, Fellaini magari a casa. I miei giocatori che potevano dare soluzioni diverse non erano qui, avevo un ragazzo di 18 anni che non ha mai giocato con noi. Ho pensato che magari potesse giocare, però sembrava che potessimo arrivare al gol. Non è detto che un ragazzino alla prima volta porti qualcosa alla squadra, ho deciso di continuare”.

Sui problemi nel segnare. È preoccupato per Lukaku? “Non faccio critiche, è un giocatore eccezionale però devo dire che il momento non è facile e lo capisco. Ha bisogno di fiducia e ha bisogno di segnare, però è il nostro attaccante. Se poteva giocare Rashford? Magari sì, ma poi non avremmo avuto un esterno. È un gran bravo ragazzo, Lukaku: il gol arriverà”.

Ha detto che la Juve lotta sempre per avere di più. Quante difficoltà ci sono per arrivare a quel livello? “Il livello della Juve? Del Barcellona? Del Real Madrid? Del Manchester City? Non è possibile adesso. Lavoriamo su quello che abbiamo, per esempio oggi devo dire, come ho detto bravissimi a Chiellini e Bonucci, devo dire lo stesso a Lindelof e Shaw. Stanno facendo una grande esperienza, loro come Rashford, Martial, Lukaku: lui gioca la Champions per la seconda stagione. Quando parlo di qualità, non parlo solo dei giocatori, ma di tutto. Poi Chiellini e Bonucci sono stati bellissimi da vedere”

Le parole sono riprese da tuttomercatoweb.com.

Check Also

D’ANNA, L’ex allenatore del Chievo: “La penalizzazione ha complicato tutto ma la società non ha gestito la situazione”

Lorenzo D’Anna ex allenatore del Chievo è tornato a parlare dopo l’esonero dal Chievo e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.