Home / News / Napoli, Sarri: “La Juve è ancora avanti, noi dobbiamo mantenere la normalità”
slide_sarri_10-1024x681

Napoli, Sarri: “La Juve è ancora avanti, noi dobbiamo mantenere la normalità”

L’allenatore del Napoli Maurizio Sarri ha analizzato la vittoria contro la Juventus ai microfoni di Sky:
Non ci interessa cosa succederà tra un mese, questa era una partita speciale per i tifosi e abbiamo regalato loro una soddisfazione. Abbiamo vinto una gara difficile in uno degli stadi più duri d’Europa. Ora pensiamo a Firenze, da quando sono qui non ho mai vinto al Franchi. La Juve è ancora davanti comunque… Futuro? Non c’entra nulla con la serata. I ragazzi sono felici, è difficile spiegarlo per chi non c’era ieri alla partenza, i tifosi erano in migliaia. Il Napoli è la squadra di un popolo, però inutile fare voli pindarici. La Juventus ha il destino nelle sue mani, dire che non vincono da un po’ è assurdo, non vincono da domenica scorsa… Il settimo campionato è nelle loro mani, è un peccato perchè sarebbe bella un po’ di alternanza, però ci proveremo. Acqua sul fuoco? E’ normale, se venite a Napoli stanotte è normale cercare di mantenere equilibrio. Bisogna mantenere la normalità, almeno a Castelvolturno. Allenamenti più duri e rimproveri partiranno, ma l’ambiente deve rimanere sereno, come dopo sconfitte o pareggi. Serve equilibrio, in città è dura averne. Se vuoi mettere pressione agli avversari servono letture perfette dietro, altrimenti son guai. La nostra linea difensiva è fatta di continue letture a discapito di alcuni interventi aggressivi. Cambi? Loro hanno cambiato modulo e non mi sembrava il caso di variare. Avevamo in mano la gara, se avessi cambiato modulo forse avremmo creato in più, ma la gara sarebbe andata in bilico. La Juventus è fenomenale, se metti la gara in ballo loro ti puniscono con le ripartenze. Juventus? Loro prendono 2.3 tiri in media a partita in porta e non concedono per diverse partite. Era difficile creare tanto, a livello di brillantezza abbiamo perso qualcosa davanti ed è normale. Sono ragazzi che tirano da dieci mesi, Milik ha giocato mercoledì e oggi è entrato già un po’ fiacco, ma è normale dobbiamo tirarlo a lucido non giocava da mesi. Calci piazzati? Passiamo tante ore a prepararli, è un mio pallino. Quando ero in C mi dicevano che in B non segnavo e via dicendo, fortuna il calcio è simile ma cambia la qualità”.

Check Also

slide_championsleague_01

PROBABILE FORMAZIONE, Allegri non rischia e si affida alle certezze. Si gioca col 4-3-3

TuttoSport, sul proprio sito ufficiale, ipotizza la probabile formazione della Juventus, che questa sera andrà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *