Home / editoriale / PAGELLE MB – Douglas Costa inarrestabile, bene anche Dybala. Mandzukic non fa sconti
slide_douglascosta

PAGELLE MB – Douglas Costa inarrestabile, bene anche Dybala. Mandzukic non fa sconti

SZCZESNY 6 – Ennesima da titolare per lui, con Buffon che può prendersi tutto il tempo che vuole per poter tornare in forma. Il polacco, infatti, è una sicurezza e di gol ne prende molti pochi. Altra serata chiusa con la porta inviolata, nonostante i due tentativi di Berenguer e Niang (quest’ultimo si stampa sul palo)

 

STURARO 5,5 – Parte di nuovo titolare, proprio come successo nell’ultimo match di coppa contro il Genoa. Largo a destra va un po’ in difficoltà, perdendosi Niang in occasione del palo colpito dal Torino. Nei primissimi minuti di partita si scontra con Burdisso. Sente male e all’intervallo rimane dentro gli spogliatoi. DAL 45′ LICHTSTEINER 6,5 – Si trova costretto ad entrare a metà gara, ma si fa trovare pronto. Decisamente più intraprendente del suo collega di reparto, da’ solidità in una parte di campo dove i granata si erano resi pericolosi. Ci prova con un destro al volo in area avversaria, ma la palla termina alta

 

RUGANI 6 – In campionato non gioca titolare dalla sconfitta di Marassi contro la Sampdoria, ma oggi Allegri gli da’ fiducia. Serata tranquilla per lui e senza sbavature, complice un Torino privo di attaccanti di peso in campo

 

CHIELLINI 6,5 – Il muro livornese, invece, gioca sempre. In fase difensiva amministra molto bene, come sempre. Prova ad impostare dalle retrovie, dimostrandosi una spina nel fianco costante per la difesa avversaria in occasione dei calci piazzati. Impeccabile

 

ASAMOAH 7 – Grande annata per il ganese, che non sbaglia una partita. Alex Sandro, quest’anno, se la sta prendendo con calma, ma può permetterselo. Attacca costantemente sulla sinistra, mettendo in mezzo diversi palloni interessanti. Dietro copre tutto, tanto è che Iago Falque non si vede praticamente mai

 

MATUIDI 6,5 – Anche il francese è una risorsa imprescindibile per Allegri, che non ci rinuncia per niente al mondo. Solita corsa e grinta, va anche vicino al gol. Dybala gli offre un bel pallone basso, ma la sua conclusione ravvicinata viene deviata in corner per un soffio.

 

MARCHISIO 6  – Solo 396 i minuti giocati fino ad oggi, ma il principino bianconero risponde sempre presente. I suoi muscoli la fanno da padrone in un centrocampo in cui la Juve domina, così come la sua intelligenza nello smistare i palloni. Dalle parti di Milinkovic-Savic non si vede molto, ma va bene così. DAL 60′ KHEDIRA 6,5  – Dopo sette minuti dal suo ingresso ruba il pallone decisivo che da’ avvio al secondo gol bianconero. Poi tanta sostanza e determinazione

 

PJANIC 6,5 – Tanti i palloni recuperati dal bosniaco, che quando gioca si vede eccome. Ci prova ad inizio gara con una botta dal limite, ma Milinkovic para senza problemi.  L’intesa con Dybala è di quelle notevoli, così come la calma e la lucidità con cui fa girare palla

 

DOUGLAS COSTA 7,5 – E’ inarrestabile il brasiliano, che buca il Torino da ogni parte. Suo il gol che sblocca la partita, un tiro al volo che merita solo applausi e che si insacca sotto l’incrocio. Poi entra pericolosamente in area in almeno un altro paio di circostanze, servendo sia Dybala che Mandzukic, ma i compagni non sfruttano i potenziali assist.

 

DYBALA 7 – Seconda da titolare per la Joya, che scende nuovamente in campo dal 1′ proprio come successo a Verona. Da un suo tiro rimpallato nasce il gol di Douglas Costa che sblocca la partita. C’è del suo anche in occasione della rete di Mandzukic, che raccoglie un suo sinistro deviato. Ci prova poi in almeno due occasioni, ma la poca precisione e le mani di Milinkovic gli vietano la gioia del gol.

 

MANDZUIC 7 – Il croato non s risparmia mai, a prescindere dalla competizione. Ci prova di testa, ma la marcatura stretta di Nkoulou non lo fa impattare bene. Poi manca clamorosamente un cross basso di Douglas Costa, che gli serve sui piedi il pallone del 2-0. La rete del raddoppio arriva qualche azione dopo. E’ il più svelto di tutti a raccogliere il rimpallo sul mezzo tiro di Dybala ed è molto freddo a tu per tu con Milinkovic. DAL 77′ HIGUAIN 6 – Entra ed impensierisce subito Milinkovic con un destro ravvicinato dopo essersi accentrato

 

ALLEGRI 7 – Continua a vincere la sua Juventus, che arriva al 2018 ancora in corsa in tutte le competizioni. Il suo 4-3-3 funziona a meraviglia, perché la squadra gioca, segna e si diverte, incassando poco o nulla. Anche la condizione fisica sembra delle migliori, peccato che dopo la trasferta di Cagliari ci sia la sosta. Da’ fiducia a Douglas Costa e lui lo ripaga. Unica nota stonata è quella di Sturaro, che non gioca una gran partita e che esce malconcio all’intervallo .

Check Also

Franchi

Napoli, attesi 10.000 tifosi a Firenze: sarà esodo partenopeo nel capoluogo toscano

Come riporta TuttoSport, domenica, in occasione di Fiorentina-Napoli, il Franchi sarà per metà colorato di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *