Home / News / PAGELLE MB – La prima doppietta di CR7 in bianconero, Cancelo infermabile. Follia Douglas Costa nel finale

PAGELLE MB – La prima doppietta di CR7 in bianconero, Cancelo infermabile. Follia Douglas Costa nel finale

Szczesny 6: Pochi gli interventi significativi, sempre sicuro anche sulle uscite alte. Incolpevole sul gol finale del Sassuolo.

Cancelo 7: Nel primo tempo lavora più sulla fase difensiva, preoccupandosi più di difendersi dagli assalti di Rogerio che di spingersi in avanti. Nel secondo tempo, però, inizia il suo show: giocate e sgroppate sulla fascia, semplicemente imprendibile per gli avversari.

Bonucci 6: Partita senza grossi rischi per il 19, che si è fatto saltare di netto solo una volta, per poi rimediare subito dopo con un bel recupero.

Benatia 6: Come per il collega, partita tutto sommato tranquilla. Incolpevole sul gol.

Alex Sandro 5.5: Parte male, commettendo due errori gravissimi nei primi 10′, sbagliando passaggi orizzontali da bollino rosso. Poi, man mano, sale in cattedra e disputa un discreto primo tempo. Nel secondo, però, sparisce nuovamente. DAL 79′ Cuadrado s.v.

Emre Can 6: Si fa vedere con una gran botta dai 25′ dopo una decina di minuti, con la palla che esce di poco alla destra di Consigli. Equilibratore in mezzo alla mediana, disputa una buona partita di contenimento, anche se a volte è troppo irruento nelle entrate. Fondamentale il suo zampino nel secondo gol bianconero: suo, infatti, l’assist al bacio per CR7, che da lì non può sbagliare. DAL 71′ Bentancur 5.5: Entra giusto per far infuriare Allegri, perché gioca con leggerezza i primi due palloni toccati.

Khedira 6: In veste di capitano, il tedesco disputa la solita partita di intelligenza tattica. Sono mancati, questa volta, gli inserimenti che lo hanno reso uno dei centrocampisti più prolifici del nostro campionato.

Matuidi 7: Irrinunciabile per Allegri, anche dopo le due partite in Nazionale e i pochi giorni di allenamento con la squadra, rispetto a chi – invece – si è allenato per tutte e due le settimane alla Continassa. E a vedere questa partita si capisce bene il perché: non molla mai un cm, sempre addosso agli avversari e, più volte, si rende anche pericoloso nell’area avversaria. Semplicemente insostituibile.

Dybala 5.5: Illumina la platea con un tunnel di tacco dopo pochi minuti, però non riesce a rendersi mai veramente pericoloso. Ma la Joya deve stare tranquillo e lavorare sodo, le soddisfazioni arriveranno anche per lui.

Ronaldo 7: Più di 200′ di digiuno, CR7 si sblocca e segna la sua prima rete in maglia bianconera grazie ad un regalo di Ferrari. Sul secondo, invece, scaglia un sinistro imparabile sul palo lungo, dopo un ottimo assist di Emre Can. Potrebbe farne addirittura un altro, ma il cinque volte pallone d’oro si divora per ben due volte la possibilità di portarsi il pallone a casa. Al di là dei gol, comunque, la prestazione del portoghese è stata estremamente positiva, con giocate di classe e tanto lavoro anche per la squadra.

Mandzukic 5: Strano a dirsi, il peggiore in campo. Lotta tanto come al solito, ma non riesce mai veramente ad essere pericoloso; spesso pressa inutilmente, mandato a vuoto dal possesso palla del Sassuolo. DAL 61′ Douglas Costa 5: Entra sull’1-0 e il risultato lo agevola: ha praterie e, come sempre, è infermabile. La follia finale, però, penalizza la sua valutazione: si becca con Di Francesco nella metà campo ospite, il brasiliano lo rincorre, gli sputa e i due continuano ancora a litigare. Un gesto imperdonabile e ingiustificabile che, con tutta probabilità, lo costringerà a saltare parecchie partite.

Allegri 6.5: Conferma la sua tradizione vincente contro la squadra neroverde: in carriera, da allenatore, soltanto due sconfitte, avvenute tra l’altro sempre fuori casa. Come ormai di consueto, finisce la partita imbufalito con i suoi giocatori, a causa delle tante disattenzioni che hanno rischiato di compromettere una partita che sembrava ormai archiviata.

Check Also

GOAL.COM, Lenglet: “Nel 2012 sfiorai la Juve, ma…”

Clement Lenglet, difensore del Barcellona, ha rivelato un retroscena di mercato relativo al 2012 nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.