Home / News / Pagelle MB – Un calcio d’angolo indirizza il match e la corsa scudetto: il Napoli espugna lo Stadium e ora è a -1
Allegri su Instagram (Juventus-Atalanta)
Allegri su Instagram (Juventus-Atalanta)

Pagelle MB – Un calcio d’angolo indirizza il match e la corsa scudetto: il Napoli espugna lo Stadium e ora è a -1

Buffon 6.5: Si fa sempre trovare pronto sui pochi tiri che arrivano dalle sue parti, nessuno per la verità impegnativo più di tanto. Incolpevole sul gol.

Howedes 6: Un po’ in affanno in alcuni frangenti, ma nel complesso il tedesco, alla terza da titolare, disputa una partita senza troppe sbavature, anche da centrale difensivo.

Benatia 7: Il marocchino è un muro e l’ammonizione, a inizio gara, non lo condiziona minimamente. Si perde Koulibaly sul gol, ma difficilmente avrebbe potuto contrastarlo in elevazione. Il centrale partenopeo, infatti, colpisce la palla con un terzo tempo a 2 mt e 50 da terra: immarcabile, in ogni caso.

Chiellini s.v.: Out dopo pochi minuti per un problema muscolare. DAL 10′ Lichtsteiner: Partita ordinata, dove non arriva con la tecnica ci arriva con la sua grande esperienza. Giusto un errore nel primo tempo, ma per sua fortuna il Napoli non ha finalizzato.

Asamoah 5.5: Qualche errore di imprecisione e qualche rischio di troppo in uscita, il ghanese più volte si è trovato ingabbiato da 2/3 maglie azzurre e ha finito per perdere palla in posizione potenzialmente pericolosa. Complice la prestazione della sua squadra, nullo in fase offensiva.

Khedira 5.5: L’anello debole della partita di stasera, l’ex Real non riesce a star dietro alla velocità di palleggio del Napoli e spesso si perde l’uomo alle spalle. Per sua fortuna, Pjanic e Matuidi hanno fatto gli straordinari.

Pjanic 6.5: Poche giocate illuminanti, ma il bosniaco è utilissimo in fase di non possesso, mettendosi sempre tra le linee di passaggio e intercettando parecchi palloni. La sfortuna, poi, ci mette del suo e la possibile punizione del vantaggio si infrange sul palo.

Matuidi 7: Sette come i polmoni che ha il centrocampista bianconero, l’unico che riesce a unire, seppur con scarsi risultati, il centrocampo con l’attacco. Mentre Pjanic si occupa di intercettare palloni, Matuidi li sdradica direttamente dai piedi degli avversari.

Dybala 4: Tocca, forse, due palloni in tutta la sua breve gara. Complice l’atteggiamento molto prudente della sua squadra, la Joya non brilla, non entra mai in partita e si vede raramente. DAL 46′ Cuadrado 5: Allegri vuole corsa lì sulle fasce, ma il colombiano, quando ha la possibilità di partire, salta difficilmente l’uomo. Palese la sua difficoltà fisica dopo il rientro dall’operazione per pubalgia.

Douglas Costa 5: Insufficienza anche per il brasiliano, che, come mai gli era accaduto quest’anno, sbaglia tanti appoggi, anche elementari, e non riesce mai a spaccare veramente la partita. Solo in un occasione riesce ad andare via ad Hysaj e a mettere una palla in mezzo, ma la sfera viene intercettata da un avversario. DAL 70′ Mandzukic 6: Entra e ci mette la sua solita grinta, ma i 20 minuti del croato sono senza infamia né lode.

Higuain 4.5: Il Pipita è isolato, tocca pochi palloni e fa pressing solitario per entrare in partita e dare uno scossone alla squadra. Il voto, per la voglia mostrata, è forse ingeneroso, ma rispecchia in pieno una partita con pochi acuti.

Allegri 6: Inizia con la miglior formazione possibile, ma l’infortunio di Chiellini dopo 10′ gli rovina un po’ i piani per i cambi a partita in corso. Inserisce poi Cuadrado per cercare di allargare il Napoli sulle fasce e creare superiorità con l’inserimento di un velocista, ma il colombiano non riesce mai veramente ad attuare l’intento del suo mister. Come la partita di due anni fa, il risultato più giusto sarebbe probabilmente stato il pareggio, ma una palla inattiva ha castigato i padroni di casa allo scadere.

Check Also

slide_championsleague_01

PROBABILE FORMAZIONE, Allegri non rischia e si affida alle certezze. Si gioca col 4-3-3

TuttoSport, sul proprio sito ufficiale, ipotizza la probabile formazione della Juventus, che questa sera andrà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *