Home / News / SERIE A, manca poco! Lo scontro al vertice riparte da qui

SERIE A, manca poco! Lo scontro al vertice riparte da qui

Pronti, via. Poche ore, e dopo un’estate di attese, trattattive, polemiche, sogni e delusioni torna la Serie A.

In cima alla lista delle pretendenti c’è sempre la Juventus, che con 7 scudetti consecutivi e un Cristiano Ronaldo in più (senza considerare Bonucci, Emre Can, Cancelo, Perin, Spinazzola) è più che mai la squadra da battere. I bianconeri sono una corazzata, ma le rivali si sono attrezzate per provare a far crollare l’apparentemente invincibile armata di Allegri.

Il Napoli, principale avversario dello scorso campionato, riparte senza grossi botti di mercato, ma con Carlo Ancelotti in panchina. I partenopei sono in un certo senso l’oggetto misterioso tra le big quest’anno, avendo cambiato così poco e così tanto allo stesso tempo. Riuscirà Ancelotti a non far sentire la mancanza di Sarri e a mettere gli azzurri nelle condizioni di ripetere la grandissima annata della passata stagione? La speranza partenopea è che possa anche superarlo, riuscendo a portare con la sua mentalità vincente il salto definitivo.

La Roma, terza nello scorso campionato, ha ormai abituato ad un mercato estivo interessante fatto di scommesse, ma anche qualche rischio. I giallorossi, nonostante l’addio di due perni come Nainggolan e Alisson, hanno rinfrescato la rosa affidandosi al fiuto del ds Monchi con gli arrivi di un profilo affermato come Pastore e di prospetti come ad esempio Kluivert e Cristante. Sino ad ora, la politica societaria ha detto bene ai giallorossi, testimone la semifinale di Champions League dello scorso anno, la speranza a Trigoria è che anche quest’anno la dirigenza ci abbia visto più lungo.

Chi si è rinforzata parecchio sembra essere l’Inter. I nerazzurri son stati tra i più attivi sul mercato, mettendo a segno una serie di colpi importanti (Keita, De Vrij, Nainggolan, Asamoah, Martinez) che consegnano in mano a Luciano Spalletti una rosa sulla carta competitiva. L’anno passato i punti di distacco da Juventus e Napoli sono stati tanti. Quest’anno la fiducia in casa nerazzurra è tanta, così come la speranza è che possano essere stati colmati.

Il mercato della Lazio, come sempre affidato alla competenza di Tare, fino alla chiusura vivrà di preoccupazione per il futuro di Milinkovic – Savic. Al momento, però, il serbo è ancora a Roma, e i biancocelesti sognano il riscatto dopo la Champions sfumata all’ultima giornata. Con De Vrij in meno, ma con Acerbi e Badelj in più, insieme alla speranza di lanciare qualche altro fenomeno nel calcio che conta, i biancocelesti dopo essere stati la sorpresa della scorsa stagione cercano la conferma.

Dopo l’estate turbolenta, il Milan rivede la luce. L’arrivo di Higuain, ma soprattutto la riammissione in Europa League per mano del Tas, danno carica ai rossoneri e linfa vitale ad una stagione che sembrava già compromessa. Sull’altra sponda del Naviglio il campionato è tutto da giocare. Si riparte dal buon girone di ritorno della scorsa annata.

 

Check Also

PERIN al Gran Gala: “Juve pazzesca, spero di diventare il migliore in Serie A”

Mattia Perin, poriere della Juvetnus e della Nazionale Italiana, ha parlato ai microfoni del sito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.