Home / blu / Tanti auguri a… Sami Khedira! Spegne oggi 31 candeline il tedesco dalle mille culture
khedira-gol

Tanti auguri a… Sami Khedira! Spegne oggi 31 candeline il tedesco dalle mille culture

Festeggia oggi i suoi 31 anni Sami Khedira, nato a Stoccarda il 4 aprile 1987, definito uno dei centrocampisti migliori del mondo, diventato grande quando vestiva la maglia dei Blancos, ma che ha trovato la maturità alla Juventus, dove ha segnato di più rispetto al Real: si contano 9 reti e 13 assist nelle 161 presenze con la squadra madrilena nel quinquennio passato nella squadra di Florentino Peres. Con la Juventus la musica è diversa, probabilmente l’aria di un ambiente nuovo lo ha rivitalizzato in ambito realizzativo: 103 presenze e già 17 volte in rete e con 13 assist per i compagni : “Ho imparato la flessibilità tattica, ma qui si lavora duro sotto ogni aspetto, con precisione, senza lasciare nulla al caso e questo mi ha sorpreso: non si pensa che l’Italia sia così”.
Insomma, non solo la gioia per i tifosi bianconeri, anche chi lo ha comprato al fantacalcio – soprattutto quest’anno ( ndr ) – ha visto in lui un ottimo innesto per rafforzare il centrocampo. Nell’estate del suo arrivo alla Juve, molti si chiesero come mai fece quella scelta, in quanto sembrava difficile che un campione del suo calibro potesse venire in Italia, e lui, non fece mancare la sua risposta come sempre sincera e senza molti peli sulla lingua: La Juventus era campione d’Italia ed era arrivata in finale di Champions League, stava quindi ritrovando l’aura del passato. Per me un nuovo paese, una nuova cultura, una nuova lingua. E parlando con il tecnico ho capito che potevo avere il ruolo che volevo: avere maggiori responsabilità, compiti da leader. Ho raggiunto un’età in cui posso assumermi le mie responsabilità. Ha funzionato e credo che firmare per la Juventus sia stata la scelta migliore”. Una nuova sfida per lui, sin da subito trova il calcio italiano completamente diverso da quello spagnolo e tedesco. Non impiega molto ad abituarsi ed a ritagliarsi i suoi spazi, diventando quello che oggi è un perno fondamentale del centrocampo juventino. Molto spesso è stato giudicato spento, o delle volte ci si è chiesti perché Allegri non lo sostituisse – vedi sabato contro il Milan – e lui, con il suo carattere composto e con un carisma da leader, risponde sempre con guizzi e giocate che ti fanno abbandonare i dubbi, lasciandoti voglioso solo di applaudirlo ed urlare il suo nome. Nella vita come in campo, è molto professionale: ama sempre mettersi in gioco, e questo è dovuto probabilmente all’esempio datogli dal padre, il quale, trasferitosi per amore dalla Tunisia in Germania, è riuscito ad integrarsi ed ad abbracciare una nuova cultura. Da questo meraviglioso spunto di mentalità aperta, e con quello spirito di coesione mondiale che ha molto da insegnare, Khedira prende molto spunto dall’eredità che gli ha lasciato il padre: “Mio papà mi ha lasciato un temperamento arabo che ho mescolato alle mie virtù tedesche: credo di essere corretto, gentile, rispettoso e un grande lavoratore. In Spagna e in Italia ho imparato che bere un bicchiere di vino sul terrazzo non toglie nulla alla professionalità, anzi. Ma non mi fermo qui, voglio farmi contagiare da altre culture, mi interessano quella americana e asiatica, voglio cogliere anche i dettagli più insignificanti degli altri popoli. Lo trovo molto interessante”. La voglia di continuare ad accrescere la sua cultura mischiandola con quella di altri popoli è senz’altro uno delle caratteristiche più belle di questo giocatore, – oltre alle sue doti da sportivo – lui che, in fatto di bellezza, è un intenditore: la sua nuova fidanzata, Kimberley Mens, è l’esempio lampante. Vi lasciamo con la sua foto, per rendere l’idea. Ah! Certo, tanti auguri di buon compleanno Sami!

Kimberley Mens (foto dal suo profilo Instagram )
Kimberley Mens (foto dal suo profilo Instagram )

Check Also

slide_pjaca

MERCATO, Lunedì attesa la risposta della Juve alla Samp per Pjaca

Tra lunedì e martedì la risposta della Juventus alla Sampdoria per l’attaccante Marko Pjaca. Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *