Home / News / VAR, Il bilancio delle prime otto giornate della Juventus

VAR, Il bilancio delle prime otto giornate della Juventus

La notizia è che il campionato della Juventus si è aperto con un errore arbitrale a sfavore dei bianconeri: contro il Chievo manca subito un rigore, in una prestazione ampiamente insufficiente dell’arbitro Pasqua anche quando si sarebbe trattato di concedere un penalty ai clivensi. La Juve può inoltre dolersi per un paio di rigori non concessi contro il Bologna. Recriminazioni che ovviamente stanno a zero, visto il filotto positivo dei bianconeri. Grandi polemiche dopo la vittoria sul Napoli, soprattutto per il metro di giudizio di Banti. Capitolo VAR: molto discreto, a tratti fin troppo (leggi la mancata espulsione di Cuadrado nel finale della gara col Parma), decisivo per espellere Douglas Costa. Lo riporta TMW:

IL CAMPIONATO DELLA JUVENTUS

1^ giornata Chievo-Juventus 2-3 
Arbitro sig. Pasqua: al 9′ manca subito un rigore ai bianconeri. Cacciatore sgambetta Cancelo, il contatto è considerato non evidente e il VAR si limita al silent check, ma il fallo sembrava esserci. Giusta la chiamata al 36′ sempre su Cacciatore, che questa volta cintura Cuadrado: corretta la scelta di non sanzionare l’intervento. Al 54′ Cancelo atterra Giaccherini, rigore solare e giustamente concesso. All’87’ Mandzukic segna il momentaneo 3-2 (quello effettivo e definitivo lo segnerà Bernardeschi), ma l’azione è viziata da un tocco di mano di Cristiano Ronaldo. Giusta la scelta di rivedere l’azione al VAR e giusta la scelta di annullare la rete.

2^ giornata Juventus-Lazio 2-0
Arbitro sig. Irrati: al 30′ segna Pjanic. Cristiano Ronaldo è in posizione di offside ma fuori dalla traiettoria visiva del portiere. Però si sposta per evitare il pallone: dopo il controllo VAR la rete viene convalidata. La decisione sembra giusta, anche se rimane qualche dubbio.
Al 66′ Milinkovic-Savic ruba palla a Chiellini al limite dell’area, viene fischiato un fallo molto dubbio e il serbo viene ammonito.

3^ giornata Parma-Juventus 1-2
Arbitro sig. Doveri: al 40′ Bernardeschi si lascia cadere su un contatto con Rigoni e rimedia un cartellino giallo. Nove minuti dopo ancora l’ex Fiorentina cade in area dopo l’intervento di Gagliolo: in questo caso correttamente il direttore di gara non ravvisa gli estremi per il calcio di rigore ma neanche quelli della simulazione. Al 90′ Cuadrado stende Ceravolo con un intervento molto duro: Doveri opta per l’ammonizione, ma il fallo era meritevole di espulsione diretta e per questa ragione sarebbe potuto intervenire il VAR.

5^ giornata Juventus-Sassuolo 2-1
Arbitro sig. Chiffi: è la gara della combo gomitata-testata-sputo di Douglas Costa ai danni di Federico Di Francesco. L’arbitro non vede, ma è richiamato dal VAR: rosso diretto e quattro giornate di squalifica per il brasiliano, anche se non è una situazione che incide ai fini dell’andamento della gara.

6^ giornata Juventus-Bologna 2-0
Arbitro sig. Mariani: al 3′ intervento molto rischioso di Calabresi, che sbilancia Matuidi sul lancio di Bonucci. L’arbitro lascia proseguire e il VAR non lo richiama, ma restano grossi dubbi. Un tempo dopo, al 48′, manca un altro possibile rigore alla Juve: Dzemaili smanaccia in area di rigore in maniera evidente, Mariani considera il tocco fortuito e il VAR (Guida) non lo contraddice. Nel finale arriva anche un penalty non concesso al Bologna, con il risultato sul 2-0 per i bianconeri: Benatia spinge e atterra Okwonkwo, che cade in area. Nessun intervento arbitrale anche in questo caso, col VAR a monitorare silenziosamente.

7^ giornata Juventus-Napoli 3-1
Arbitro sig. Banti: al 23′ Chiellini colpisce il pallone con la mano in modo volontario, ma non viene ammonito. Doppio cartellino giallo per Mario Rui: al 24′ interviene su Pjanic, ma tocca prima il pallone; al 58′ il portoghese interviene in modo molto duro su Dybala e rimedia la seconda ammonizione. Qualche dubbio sul primo giallo (l’intervento è scomposto, ma prima tocca il pallone), mentre il secondo cartellino è ineccepibile. Tra un episodio e l’altro, al 41′ desta qualche sospetto il contatto fra Albiol e Chiellini nell’area del Napoli: giusto non fermare il gioco.

8^ giornata Udinese-Juventus 0-2
Arbitro sig. Abisso: al 12′ manca un’ammonizione a Chiellini, che atterra Lasagna impegnato nel contropiede. Giusto convalidare il vantaggio bianconero al 33′ perché Cancelo parte da posizione regolare. Giusta anche la valutazione sul 2-0: al 37′ Ronaldo parte in fuorigioco non attivo, poi è in posizione regolare quando entra effettivamente nell’azione.

Check Also

NAZIONALI, Quindici i convocati bianconeri. Matuidi sfida in casa Bentancur

Il sito ufficiale della Juventus riporta tutte le convocazioni in Nazionale dei suoi calciatori. Ecco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.