Home / juventus women / WOMEN, cinque schiaffi al Bari dopo il crollo col Milan: la Signora è viva e lotta per lo scudetto
Immagine dall'account twitter di Rita Guarino

WOMEN, cinque schiaffi al Bari dopo il crollo col Milan: la Signora è viva e lotta per lo scudetto

La Juventus Women è costretta a inseguire in questo avvio di stagione, cosa insolita per le ragazze di Rita Guarino. Complice la pesante sconfitta in casa della capolista, il Milan, per 0-3, le bianconere hanno un punto di ritardo sulle rossonere, attualmente prime in classifica. Ma i punti di ritardo potrebbero essere due, poiché la Fiorentina, che ha una partita in meno, con una vittoria nel recupero balzerebbe in testa scavalcando di una lunghezza proprio le milanesi.
Dopo la batosta del turno precedente, col risultato un po’ bugiardo maturato dopo il solito blackout in seguito allo svantaggio subito, la Juventus ha spazzato via senza problemi la Pink Bari a Vinovo: all’intervallo si era già sul 4-0 per le padrone di casa, grazie alle reti di Galli, Bonansea, Caruso e Girelli. Nella ripresa, infine, Capitan Gama mette dentro la quinta rete e chiude definitivamente il tabellino. Da segnalare la magia di BB11, che con una magia da fuori area beffa il portiere pugliese.

Una rete che, per certi versi, ricorda quella del numero 11 della squadra maschile: quell’eurogol di Douglas Costa a Benevento che mise la parola fine a quella partita che, tutto a un tratto, diventò complicatissima.
Un campionato di Serie A Femminile che quest’anno appare veramente apertissimo, con tre squadre che si contendono seriamente il titolo e le altre che sembrano essersi rinforzate rispetto allo scorso anno. C’è stato, insomma, un livellamento generale del campionato, che ha alzato un pochino l’asticella. Una testimonianza è data anche dal pareggio esterno del Milan, in casa della Florentia. Se pensiamo al percorso netto fatto dalla Juventus Women la scorsa stagione (fino al crollo interno col Brescia quasi a fine campionato) e a quello delle leonesse, che persero solo contro le bianconere nella gara d’andata, la differenza appare evidente. Senza considerare il fatto che lo scorso campionato vedeva una corsa a due, ora invece un’accesissima corsa a tre tra squadre con una fortissima rivalità e dal grande blasone. A tal proposito, l’ingresso nell’universo femminile del Milan, che ha rilevato il titolo sportivo proprio del Brescia, sta già portando vari benefici al movimento in termini di appeal, competitività e agonismo. Nel giro di due anni, quindi, quando squadre del calibro di Inter, Napoli e Lazio raggiungeranno la massima categoria o si uniranno al movimento, la trasformazione sarà completa. Fino ad allora, godiamoci questo bellissimo campionato che sta già regalando grandi emozioni e che appare tutt’altro che scontato.

Check Also

MERCATO, Per il giocatore futuro dell’Italia si mette in coda anche il Chelsea

Tutti pazzi per Barella. Il centrocampista classe ’97 del Cagliari  sta vivendo un’altra stagione da leader …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.