Home / Calciomercato / Conferenza stampa Stramaccioni: “Giochiamo alla morte”

Conferenza stampa Stramaccioni: “Giochiamo alla morte”

Andrea Stramaccioni ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di domani contro la Juventus. Vi proponiamo uno stralcio del suo intervento ripreso da Udineseblog.it: “Domani giochiamo contro la squadra più forte d’Italia, ma possiamo fare la nostra partita. Nessun proclama? In queste cose è importante l’equilibrio di un allenatore, almeno all’esterno. Questa è una squadra giovane il cui problema più grande fino a Natale sono stati gli alti e bassi. Noi siamo veramente carichi dentro di noi. Ci stiamo dando più forza, anche se anche domani siamo contati. Perciò manteniamo un equilibrio per quanto riguarda la gestione, ma cerchiamo di fare un risultato positivo che al Friuli manca da un po’. Gli interni della Juve sono quelli che preoccupano di più? Sì, ma anche Tevez che gioca ‘fuori’, è un centrocampista aggiunto di una qualità incredibile. E’ difficilissimo da marcare ed è stato anche la chiave della loro vittoria all’andata. E’ micidiale perchè è bravissimo a giocare anche a 25 metri dalla porta. Il nostro centrocampo adesso ha limiti strutturali, quindi dovremo essere bravi con la difesa. Vinsi allo Juventus Stadium con l’Inter? La nostra peggior prima parte di campionato l’abbiamo fatta a Torino: non eravamo in campo nel primo tempo. Per tenere testa alla Juve non si può concedere loro l’iniziativa perenne. Dovremo fare la partita in alcuni frangenti: il coraggio e l’orgoglio di giocarcela sono le chiavi per la vittoria.

Come è cambiata la Juve rispetto a quella di Conte? La duttilità tattica è l’elemento fondamentale. Domani potrebbero arrivare con la difesa a 3, anche se finora hanno spesso giocato a 4. Allegri è già al terzo sistema di gioco: questa per loro è un’arma in più per loro, ma noi avremo la nostra identità. Da Roma mi hanno chiamato per fermare la Juve? Metteremo tutto in campo come sempre, ci teniamo. E’ il maggior test possibile che si può fare in campionato: mi aspetto una partita orgogliosa. Non si chiede la vittoria, ma di giocare alla morte si“.

Simone

 

 

Check Also

ALLEGRI, L’ex tecnico juventino pronto a sostituire Tuchel al Psg

Nel futuro di Massimiliano Allegri potrebbe esserci la Francia. Questo quanto riportato da Sportmediaset che sottolinea …