Home / blu / JUVENTUS WOMEN, riparte la Serie A: fra Champions e mercato, il punto sulle bianconere

JUVENTUS WOMEN, riparte la Serie A: fra Champions e mercato, il punto sulle bianconere

Dopo tre mesi dal primo storico trofeo della Juventus Women, ottenuto al Piola di Novara contro il Brescia, Domenica riparte il campionato di Serie A Femminile, dopo un’estate lunga e travagliata per tutto il movimento. Prima di tutto, da segnalare il definitivo passaggio di Serie A e B dalla Lega Nazionale Dilettanti alla FIGC, dopo corsi e ricorsi che hanno fatto slittare l’inizio del torneo e la Supercoppa. Prima dell’esordio, facciamo il punto della situazione su acquisti e cessioni delle bianconere.

Tralasciando l’infortunio di Rosucci (rottura del crociato) che la costringerà a stare ferma per un bel po’ di mesi, la perdita più importante è quella di Isaksen, che ha lasciato la squadra per recuperare al meglio da un un infortunio che ormai la teneva ferma ai box da tempo. Di grande duttilità tattica, la norvegese veniva impiegata sia a centrocampo che in difesa, al fianco del duo Gama-Salvai. Oltre a lei, la Juventus Women si è privata anche della giovane inglese Zelem, che è andata a rinforzare i ranghi del Manchester United a centrocampo. La ventiduenne, lo scorso anno, formava la linea verde delle Women, insieme a Caruso, Cantore ed altre. Le altre cessioni, di minore importanza, sono Lenzini (terzino), Sodini (attaccante) e Rood (attaccante). Passando al mercato in entrata, questo è iniziato subito col botto con l’acquisto di Cristiana Girelli dal Brescia, attaccante d’esperienza che l’anno scorso ha trascinato, insieme a Giacinti e Sabatino, le leonesse fino allo Spareggio del Piola. Sempre in attacco, le bianconere si sono rinforzate con Aluko e Sanderson. La prima, 31 anni, arriva dal Chelsea e porta grande esperienza, forte delle partecipazioni a tre Mondiali, tre Europei e le Olimpiadi di Londra 2012; la seconda, invece, arriva dall’Espanyol, ma l’esperienza più importante l’ha avuta in patria, nella sua Inghilterra, con la maglia dell’Arsenal, con la quale ha vinto per cinque volte la Premier League e per quattro l’FA Cup. A centrocampo, invece, è arrivata Aleksandra Sikora, anche lei direttamente dal Brescia. La polacca ha giocato ad alti livelli in patria, vincendo tre campionati e sei supercoppe; successi che l’hanno portata a giocare nelle Leonesse lo scorso anno. L’ultimo acquisto è Ekroth, difensore che arriva dal Djurgarden con cui ha disputato 149 partite e realizzato anche dieci reti. Nel suo palmares, vanta un campionato di prima divisione, uno di seconda e una Supercoppa svedese.

Si inizierà, come detto, Domenica: a Vinovo, alle 12:30, la Juventus Women sarà impegnata contro il Chievo Verona. Ma la prima partita decisiva arriverà tre giorni dopo. Mercoledì 26 infatti ci sarà il ritorno della Women’s Champions League a Brondby. Dopo il 2-2 maturato all’andata, grazie ad una strepitosa prestazione di Barbara Bonansea (doppietta per lei), le ragazze di Rita Guarino sono obbligate a fare risultato in terra danese. La gara d’andata lascia ben sperare, poiché le bianconere hanno dominato per larghi tratti il match ma hanno subito due gol su disattenzioni evitabili e da non commettere. Sarà il primo match della stagione da dentro-fuori. Il primo, ci auguriamo, di una lunga serie.

 

Check Also

VIDEO – ALLENAMENTO, Juve in campo in vista della Champions

Gli uomini di Sarri in campo in vista della sfida di Champions League: 🏃‍♂️🏃‍♂️🏃‍♂️🏃‍♂️#B04Juve#Training pic.twitter.com/MfMAaFRx2C …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.