Home / blu / L’importanza della numero 10

L’importanza della numero 10

Paul Pogba e la Juventus una storia che nonostante le mille voci di mercato continuerà a far sognare milioni di tifosi in tutto il mondo. Il talento francese sembrava, infatti, inevitabilmente destinato ad essere sacrificato sull’altare della più grande plusvalenza che la società bianconera avesse mai visto. Spedito a Torino da un Alex Ferguson che non riuscì a intravedere in lui il grande talento che nascondeva, Pogba, in soli tre anni di Juventus, si è consacrato come uno dei centrocampisti più forti del panorama calcistico mondiale ed il suo valore è costantemente aumentato fino ad arrivare ad una valutazione record di 100 milioni di euro. Tanto erano disposti a versare nelle casse bianconere Barcellona, Manchester City e Psg.

Ma alla fine non se ne è fatto nulla. Anzi la Juvenntus, con le partenze di Tevez, Pirlo e Vidal, ha deciso di affidare al francese la leadership della squadra, di farne l’uomo simbolo ed il trascinatore e di continuare il suo percorsso di valorizzazione e responsabilizzazione. E per farlo ha deciso di affidargli un pezzo della storia bianconera: la maglia numero 10. Una maglia pesante che Pogba, alla prima uscita ufficiale, ha dimostrato di saper sopportare pienamente trascinando la Juventus alla conquista della Supercoppa contro la Lazio. Una maglia che prima di lui è stata indossata da giocatori che sono entrati non solo nella storia del club ma del calcio mondiale e nell’immaginario di tutti i tifosi che riconoscono nella numero 10 un vero e proprio simbolo.

Primo grande numero 10 della storia è stato il “CabezonOmar Sivori un mix di genio e sregolatezza che con i suoi dribling faceva impazzire le difese avversarie. Ma fu con “Le RoiPlatini che la mitica maglia conquistò oltre che l’Italia anche l’Europa e il Mondo diventando sinonimo di classe ed eleganza. Caratteristiche che furono ben ereditate da Roberto Baggio prima e Alessandro del Piero poi il quale la onorò per ben 19 anni e con la quale vinse tutto. Negli ultimi due anni è stata di Carlos Tevez che ha, alla fine, preferito quella del Boca. Ora è il turno di Pogba dimostrare di essere all’ altezza di indossare la maglia numero 10. Il francese ha tutto il talento per non essere da meno dei suoi illustri predecessori.

pogba-jume-it26

Check Also

MANCHESTER UNITED, per Haland si fa sul serio

Secondo il Guardian, il Manchester United fa sul serio per Eerling Braut Haland. I Red …