Home / News / Adesso Mandzukic ricomincia a scalpitare. Attenzione anche a Pjaca

Adesso Mandzukic ricomincia a scalpitare. Attenzione anche a Pjaca

Lottare gli riesce benissimo e probabilmente è anche per questo che Mario Mandzukic, contrariamente alle previsioni che volevano il suo addio alla Juventus diretta conseguenza dell’arrivo di Higuain, ha invece deciso di restare a Torino. Pronto a sgomitare per farsi spazio nell’attacco bianconero imperniato sul Pipita e Dybala, ha sfruttato l’occasione offertagli dall’infortunio della Joya per mostrare quanto prezioso possa essere per Allegri. Otto partite da titolare in campionato e tre in Champions in due mesi (tra la fine di ottobre e quella di dicembre), con quattro gol realizzati in Serie A e uno in Europa: numeri di indiscutibile importanza, ai quali ha aggiunto spallate e rincorse agli avversari che hanno esaltato i tifosi. Non ha caso è stato da loro votato giocatore del mese a novembre.

Il rendimento devastante del croato ha probabilmente contribuito ad allungare i tempi del rientro tra i titolari di Dybala, avvenuto solo domenica sera contro il Bologna, ma l’attacco bianconero sembra aver ritrovato le gerarchie previste all’inizio: de talento della Joya non si può fare a meno, né della classe da finalizzatore di Higuain. Così, mentre un Pjanic sempre più padrone del ruolo di trequartista allontana l’ipotesi del tridente pesante, Mandzukic riprende la sua lotta per emergere.
Lotta che verrà sicuramente ripagata: Allegri lo stima tantissimo e nelle rotazioni inevitabili per poter correre su tre fronti il croato avrà ancora spazi molto importanti. Probabilmente già da domani sera, nella sfida con l’Atalanta che vale il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia. Un traguardo a cui la Juventus punta con decisione, pur essendo ovviamente il meno desiderato dei tre in palio da qui a giugno. Nessuno ha mai conquistato la coppa nazionale tre volte di seguito, così come nessuno ha mai vinto sei scudetti consecutivi: il primato da leggenda sarebbe quello legato al campionato, ma abbinarci anche l’altro non sarebbe male…
Per farlo servirà battere i nerazzurri di Gasperini, ai quali Mandzukic ha segnato il suo ultimo gol, nella sfida vinta 3-1 in campionato il 3 dicembre. Stasera potrebbe andare a caccia del bis dal primo minuto, con uno tra Dybala e Higuain lasciato a riposo in vista della trasferta di domenica a Firenze. Ad aiutare il croato a tornare al gol dopo un mese potrebbe esserci anche il suo connazionale Marko Pjaca. Frenato in questi primi mesi juventini dall’infrazione a una tibia e più volte indicato da Allegri come un acquisto importante per la seconda parte della stagione, avrà sicuramente spazio almeno a partita in corso, ma per lui potrebbe essere arrivato il momento del debutto tra i titolari.

Check Also

PIRLO-SOCIAL, “Nei momenti difficili esce fuori il carattere della squadra. Al lavoro per domenica”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo, ha commentato sui social il 2-2 rimediato ieri in casa della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *