Home / News / Allegri: “Bisogna riscattare i 30′ terrificanti di Genova. Dybala convocato ma non gioca”

Allegri: “Bisogna riscattare i 30′ terrificanti di Genova. Dybala convocato ma non gioca”

Conferenza stampa pre Atalanta per Massimiliano Allegri. Queste le sue parole:

Sulla partita: “La gara di domani sarà molto importante perché arriva dopo la brutta sconfitta di Genova. A Marassi ci sono stati 30 minuti di terrore, in cui abbiamo sbagliato di tutto. Però non bisogna farci  avvolgere da tutta questa negatività che si percepisce all’esterno. E’ necessario ripartire subito.

Su Dybala: “Ha fatto mezzo allenamento col gruppo. Domani potrà essere convocato ma difficile giochi. Mercoledì invece avrà spazio e ritrovare una buona condizione”.

Su Mandzukic e Cuadrado: “Allora, il primo potrebbe giocare insieme a Higuain, stanno perfezionando la loro intesa. Il secondo, invece, ha avuto un problemino ma sta bene comunque valuterò oggi se giocherà o meno.

Se domenica è una sfida scudetto: “L’Atalanta sta facendo benissimo, sta facendo giocare gente giovane, complimenti a Gasperini e alla società. Sta dimostrando che può stare in testa al campionato, i valori delle squadre li darà la classifica il 28 maggio poi”.

Sulla difesa: “Chiellini sta bene, Marchisio sta bene. Barzagli sta procedendo bene, Dybala sta rientrando, Pjaca sta correndo. Guardiamo quindi le cose positive. Abbiamo 6 difensori disponibili, siamo in abbondanza”.

Su Pjanic: “Sinceramente non capisco tutte le critiche su di lui. Si sta inserendo bene, ha fatto gol e assist domenica. Sono contento di lui”

Su Khedira: “L’anno scorso ha giocato 25 partite, è già quasi a 20 quest’anno tra tutto. E’ normale possa avere meno intensità in qualche gara. Questo fa parte del percorso di una squadra che gioca ogni 3 giorni”.

Sull’andamento della Juventus: “La Juve sta andando a velocità di crociera. Non può correre tutto l’anno ai 100 la squadra, bisogna andare agli 80. La classifica non crolla come il mondo attorno alla Juve se si perde una volta, siamo anche primi in Champions. Abbiamo il dovere di riscattare la prestazione di Genova e poi penseremo alla Dinamo”.

 

Sul campionato? “Quest’anno il campionato è molto bello, molto equilibrato. Tra le prime 7 ci sono pochi punti di differenza, le ultime 4 sono tanto staccate. E’ la dimostrazione che se il campionato fosse a 18 squadre sarebbe ancora più equilibrato e bello. Il campionato italiano rimane uno dei più belli nel mondo”.

Check Also

Paratici

TUTTOSPORT, Su Paratici: “Il conto è salato, multe per 25mila euro”

Tuttosport nell’edizione odierna dedica uno spazio al suo interno alla Juventus e a Fabio Paratici con il titolo seguente: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *