Home / News / Allegri e un cambio di modulo auspicato da tutti

Allegri e un cambio di modulo auspicato da tutti

Tuttosport ha parlato del cambiamento di modulo che Allegri sembra avere in mente per la sua Juventus.

“Le proporzioni sono pressoché le stesse, più o meno 60 per cento contro il 40, ma a vincere nel referendum proposto dal sito di Tuttosport è stato il Sì. Referendum solo consultivo, perché il potere decisionale in questo caso è di Massimiliano Allegri e nessun altro, ma che comunque riguardava un’abrogazione importante: quella del 3-5-2. Non proprio una Costituzione, ma quasi, per la Juventus dell’ultimo trionfale quinquennio. Adottato da Conte al posto del suo fin lì caratteristico 4-2-4, per sfruttare al meglio il terzetto difensivo e Pirlo, il sistema di gioco è stato mantenuto da Allegri, che però già nella sua prima stagione sulla panchina bianconera attuò una riforma temporanea: per rimediare all’infortunio che tenne a lungo fuori Barzagli passò a un 4-3-1-2, con Vidal trequartista, con cui condusse la Juventus al quarto scudetto consecutivo e alla finale di Champions persa con il Barcellona, la prima dopo Calciopoli.

Nella scorsa stagione Allegri provò di nuovo a passare alla difesa a quattro, ma le difficoltà iniziali lo convinsero poi a tornare al costituzionale 3-5-2, che al massimo si mutava in campo in 4-4-2 con l’allargamento di Barzagli e l’arretramento di Evra. In questo avvio di stagione, però, i risultati subito eccellenti hanno dato al tecnico la tranquillità per tentare nuove riforme, delle quali un gioco non scintillante ha fatto avvertire l’esigenza. Riforme che consentirebbero all’allenatore bianconero di sfruttare al meglio un potenziale offensivo arricchito in estate dagli arrivi di Higuain, Pjaca e Pjanic.
Proprio il bosniaco ex romanista ha sofferto in questi primi mesi, disputando le migliori partite in casa del Chievo, da mezzala con la squadra schierata col 4-3-3, e sabato contro l’Atalanta, da trequartista in un 4-3-1-2. Oltre a Pjanic, la vittoria sui nerazzuri ha esaltato Mario Mandzukic, ormai idolo dei tifosi come leggete a pagina 7, le cui prestazioni fanno apparire come peccato mortale una sua esclusione stabile.

Così proprio Allegri ha aperto la strada alla riforma: sul campo, con i citati schieramenti contro Chievo e Atalanta, e a parole, assicurando a più riprese che «Mandzukic, Higuain e Dybala possono giocare insieme». Che il nuovo corso preveda il tridente, il trequartista dietro a due punte, o più probabilmente un’alternanza di entrambi i sistemi visto che Allegri ama cambiare assetto anche a partita in corso, il passaggio obbligato è comunque l’abrogazione della difesa a tre.
Proprio per la citata propensione del tecnico bianconero a variare sistema di gioco non si tratterebbe probabilmente di un’abrogazione definitiva, soprattutto dopo che Bonucci e Barzagli saranno entrambi tornati disponibili: il 3-5-2 diventerebbe però solo un’opzione e non più la regola di base.

Come abbiamo accennato, la riforma troverebbe il pieno appoggio da parte dei tifosi. E non solo perché permetterebbe di schierare un numero maggiore di giocatori dalle caratteristiche offensive, che accendono maggiormente la fantasia, ma anche in base a considerazioni tattiche. Principalmente due, una legata alla fase difensiva e l’altra a quella offensiva. Per quanto riguarda la difesa, l’assetto a tre è visto come legato a doppio, anzi, triplo filo a Barzagli, Bonucci e Chiellini: se quel blocco viene meno, come adesso per gli infortuni e come avverrà inevitabilmente in futuro, allora meglio cambiare assetto e passare a quattro. Relativamente alla fase di costruzione, c’è Pjanic al centro delle motivazioni di chi apprezzerebbe la riforma tattica: nel 3-5-2 il talento del bosniaco è visto come soffocato da compiti troppo gravosi in copertura, mentre il ruolo da trequartista lo esalterebbe.
Vince il sì, ma perché la riforma trovi piena attuazione dovrà, ovviamente, vincere la Juve.”

Check Also

RASSEGNA STAMPA, I titoli dei quotidiani sulla Juventus

Questi i titoli dei quotidiani sportivi sulla Juventus. Gazzetta: “Attesa Juve. CR7 ancora positivo” Corriere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *