Home / News / Allegri ha 5 giorni per lavorare: svolta in vista

Allegri ha 5 giorni per lavorare: svolta in vista

Sarebbe la prassi per la maggior dei club, non lo è per chi come i bianconeri sono impegnati su un doppio fronte (campionato e Champions League) e da gennaio pure sul terzo (Coppa Italia). In questi prima quattro mesi si contano infatti sulle dita delle mani le settimane in cui il tecnico livornese non ha dovuto affrontare una partita di Champions o un turno infrasettimanale di campionato, ma ha potuto dedicarsi con più tempo a lavorare con la squadra, cosa che non è accaduta neppure in estate, alle prese con le tournée estive, o nelle pause di campionato visto l’esodo da Vinovo dei tanti Nazionali impegnati. Allegri, scrive Tuttosport, ha dunque la possibilità di far rifiatare molti giocatori, sottoposti ultimamente a ritmi frenetici, di programmare con alcuni lavori specifici, di fissare concetti e meccanismi per portare il gruppo alla sfida di sabato contro l’Atalanta con una condizione fisica e una preparazione migliore.
Voglia di Joya
Nell’allenamento di ieri mattina Paulo Dybala ha ancora lavorato a parte: non è un segnale negativo perché era programmato che l’attaccante argentino, fuori da più di un mese per una lesione ai flessori della coscia destra, seguisse una tabella personalizzata che prevedeva appunto esercizi specifici. Semmai la svolta dovrebbe arrivare tra oggi e domani quando Allegri insieme con lo staff medico dovrà valutare se il giocatore è in grado di riaggregarsi al gruppo per gli ultimi allenamenti prima del match dello Stadium ed eventualmente ritornare nella lista dei convocati. Ciò non significa che Dybala possa giocare da titolare contro l’Atalanta, ma Allegri potrebbe riservargli uno scampolo di partita e il giocatore riassapare il clima partita. Del resto, il recupero di Dybala sta andando bene e oggi giorno intensifica il lavoro per portarsi alla pari dei compagni.
Marchisio c’è
Se il dubbio su Dybala verrà svelato in questi giorni, è certo invece che Claudio Marchisio sabato sera tornerà titolare: ormai il regista sta completando l’inserimento dopo il lungo stop. E se da un mese alterna partite in campo (come a Siviglia) con partite in panchina (come contro il Genoa) è soltanto per una questione muscolare.
Per l’appuntamento con l’Atalanta sono attesi anche Chiellini e Higuain: il difensore, che a Genova nonostante l’infortunio di Bonucci è rimasto in panchina, sta progressivamente recuperando e dopo i pochi minuti giocati a Siviglia potrebbe addirittura riprendere una maglia da titolare. Stesso discorso per l’attaccante argentino, uno dei più attesi, insieme con il connazionale Dybala: il Pipita si è rivisto in campo nella ripresa di Genova e il suo ingresso è coinciso con un diverso approccio da parte dei bianconeri. Per potersi rialzare subito la Juventus ha bisogno di lui e dei suoi gol, che possono essere sempre decisivi.
 

Check Also

MERCATO MILAN, il PSG è sempre sulle tracce di Donnarumma

Le10Sport riporta che il Paris Saint Germain è ancora sulle tracce di Donnarumma e non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.