Home / blu / Allegri, Joya a metà: ecco come si schiererà la Juventus stasera

Allegri, Joya a metà: ecco come si schiererà la Juventus stasera

L’emergenza di Siviglia è ormai ufficialmente un ricordo: l’attacco della Juventus contro la Dinamo Zagabria tornerà a brillare in tutta la sua luce, quella di Gonzalo Higuain, di Mario Mandzukic e di Paulo Dybala, il cui rientro a un mese e mezzo dall’infortunio riportato con il Milan è stato annunciato da Massimiliano Allegri.
Per ammirare lo splendore della Joya, però, questa sera si dovrà attendere il secondo tempo. A cercare di mettere subito ko la Dinamo ci penseranno Gonzalo Higuain e Mario Mandzukic: figurarsi se il taglio al ginocchio sinistro subito contro l’Atalanta poteva fermare il leone croato, in un momento strepitoso. Talmente strepitoso che probabilmente anche nel derby saranno lui e il Pipita a scendere in campo per primi, con un Dybala lucidato dai minuti di stasera pronto ad abbagliare il Toro a partita in corso (a meno che Allegri non osi il tridente già contro i granata). Questa, comunque, è un’altra storia: e prima di pensarci la Juventus deve scrivere la parola fine a quella del girone.
Quello di Dybala non sarà l’unico ritorno di stasera allo Stadium: farà la sua ricomparsa anche il 3-5-2, a causa dell’assenza di terzini destri che impedisce una conferma della difesa a quattro vista domenica sera contro l’Atalanta. Allegri ha lasciato uno spiraglio all’ipotesi di Sturaro come sostituto di Lichtsteiner, ma il centrocampista ha speso tantissimo contro i nerazzurri e potrebbe dover spendere altrettanto anche domenica contro il Torino, se il tecnico ripresenterà il 4-3-1-2 che ha funzionato alla grande nell’ultimo turno di campionato. Così appare certo il ritorno alla difesa a tre.  Una difesa dove, a proposito di energie spese, non ci sarà Giorgio Chiellini e neppure Alex Sandro. Con Barzagli e Bonucci out gli unici centrali di ruolo sono Rugani e Benatia e il solo in grado di adattarsi al posto di Chiellini è Patrice Evra. Davanti al francese, come esterno di centrocampo, ci sarà Asamoah, mentre la fascia destra sarà il regno di Juan Cuadrado da una bandierina all’altra.
Sarà invece una novità assoluta il terzetto di centrocampisti, rivelato quasi completamente dallo stesso tecnico bianconero: «Giocheranno Lemina e Marchisio e non giocherà Khedira». Il Principino sarà così titolare due volte in quattro giorni per la prima volta da quando, il 26 ottobre contro la Sampdoria, è tornato in campo dopo l’infortunio. Visto che lo sarà quasi certamente anche domenica contro il Torino appare impossibile un suo impiego nel più dispendioso ruolo di mezzala: sarà il regista basso, il che esclude anche l’impiego di Hernanes tra gli undici titolari. A questo punto l’identikit del terzo centrocampista corrisponde in modo quasi definitivo a Miralem Pjanic: da lui i tifosi e Allegri si attendono nuove giocatre decisive dopo quelle mostrate contro l’Atalanta. Meglio ancora se nella prima parte della partita, in modo da chiuderla più in fretta possibile per poter poi gestire le energie in vista del derby e del campionato. Da un obiettivo all’altro, senza sosta: tanto l’emergenza è finita e i “problemi” d’abbondanza sono all’orizzonte. A riportare la notizia è Tuttosport.

Check Also

DYBALA, Il rinnovo si complica

Secondo quanto riportato dal Corriere di Torino si complica il rinnovo di Paulo Dybala. Per l’argentino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *