Home / News / Allegri: “Partita importante ma non decisiva. Dybala? Devo ancora decidere, ma domani sarà la notte di Pjanic”

Allegri: “Partita importante ma non decisiva. Dybala? Devo ancora decidere, ma domani sarà la notte di Pjanic”

Siamo ormai giunti alla vigilia di Juventus-Roma, il big match che si giocherà domani sera alle ore 20 e 45. Come da copione, l’allenatore bianconero Massimiliano Allegri si è presentato in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti presenti: “Mancano ancora due allenamenti alla partita di ieri sera e quindi non ho ancora preso decisioni definitive su chi giocherà. Dybala o Mandzukic? Dovrò valutare. L’argentino si sta allenando bene, ma è normale che il rientro in campo dopo un lungo stop includa delle difficoltà fisiche e di recupero. Va gestito al meglio”

Su quale Roma si aspetta: “I giallorossi negli ultimi anni sono stati nostri antagonisti: sono forti, tosti e organizzati. Rispetto al campionato concede poco, anche al costo di creare meno. Si tratta di una partita importante, ma non fondamentale. Se vogliamo rimanere in testa fino alle vacanze natalizie, allora è necessario fare risultato”

Su Barzagli: “Sicuramente è recuperato per la partita contro il Milan. Domani potrebbe giocare Benatia. L’importante è fare una partita accorta o intelligente. Poi vedremo se utilizzare la difesa a tre o a quattro”

Se firmerebbe per un pareggio: “No, vorrei provare a vincere anche se non abbiamo mai pareggiato in questa stagione. Pjanic? Giocherà senza dubbio, è la sua partita. Cinque anni in uno spogliatoio non si dimenticano, poi sta crescendo sia da un punto di vista fisico che psicologico. Ho estrema fiducia in lui”.

Sull’importanza della gara: “Prima di Genova avevamo sette punti di vantaggio, poi abbiamo perso e si è riaperto tutto. Domani sarà una partita importante contro una squadra che, attualmente, è la nostra principale antagonista. Ma non è assolutamente un match decisivo”

Sulle parole di Agnelli: “E’ normale che una squadra vincente come la Juventus abbia molti nemici. Al momento il nostro nemico principale è la Roma, quindi bisogna pensare a loro. Poi faremo i conti con il Bologna, la Lazio, la Fiorentina e tutte le squadre che verranno”

Sulla Var: “La tecnologia è molto importante, un supporto che deve essere utilizzato solo su fatti oggettivi e non soggettivi. Solo così può funzionare senza polemiche”

Sul mercato: “Ho scritto la letterina a Babbo Natale, vediamo se verrò accontentato (Ride n.d.r)”

Sul sorteggio di Champions: “Poteva andare peggio, ma non dimentichiamoci della storia del Porto: da molti anni disputano tornei europei, sa come stare in campo in certe partite. Ha eliminato la Roma ai preliminari, due anni fa vinse la partita di andata contro il Bayern per 3 a 1… bisognerà stare attenti”.

Sul rinnovo di Rugani e Sturaro: “Mi ha fatto molto piacere il suo rinnovo e il rinnovo di Rugani, ma questo credo che faccia parte di un progetto della società che guarda al futuro e non solo al presente. Sono ragazzi giovani che stanno crescendo, stanno migliorando, sono italiani e devono diventare lo zoccolo duro  dello spogliatoio della Juventus del futuro”.

 

Check Also

JUVENTUS, De Rossi: “Agnelli è uno che rispetta le regole? Allora sono due di meno”

Intervenuto alla trasmissione “Propaganda Live” di La7 l’ex romanista Daniele De Rossi ha commentato alcune vicende attuali del calcio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *