Home / News / Allegri: “Sarà partita secca, da dentro o fuori, ci vorrà equilibrio e grande testa”

Allegri: “Sarà partita secca, da dentro o fuori, ci vorrà equilibrio e grande testa”

Nella sala stampa del Media Center di Vinovo Massimiliano Allegri presenta il quarto di finale di Tim Cup contro il Milan, in programma domani sera allo Stadium.

SU MODULO – “Le varianti possono esserci nei giocatori, abbiamo giocato una partita molto dispendiosa domenica. Domani è una partita fondamentale, poi domenica il Sassuolo. Dei cambi ci saranno sicuramente”.

SU MARCHISIO – “Difficilmente sarà della partita, fino a ieri non si è allenato con la squadra. Ma è normale, era prevedibile un momento con qualche difficoltà a livello muscolare. Stiamo monitorando, ieri buon lavoro ma differenziato”.

SU PJACA – “Difficilmente partirà dall’inizio. Ma è un predestinato. Quando è entrato si è sempre creato occasioni, quando un giocatore in pochi minuti si rende sempre pericoloso significa che è destinato a una grande carriera”.

SU MILAN – “Sfortunato col Napoli, ma il calcio è questo. Partita da prendere sul serio, vogliamo vincere anche perché nessuno ha mai vinto tre Coppe Italia consecutivamente. Servirà una grande partita”.

SU ABBRACCIO BUFFON – “Troppe attenzioni nei confronti degli arbitri. Invece di parlare del grande gesto tecnico di Dybala nel gol o quello di Higuain, o magari il colpo di Insigne…in Italia si vanno a cercare cose che non hanno niente a che fare con il gesto tecnico dei calciatori. Non ci godiamo mai il bello del calcio”.

SU ASAMOAH – “Asamoah è un giocatore straordinario, ha una tecnica importante prima di tutto. Questo è fondamentale per i terzini nel calcio di oggi, è qui che parte l’azione. E lui tra giovamento in questa posizione”.

SU OBIETTIVI – “Domani Coppa Italia da dentro o fuori, poi il campionato e infine la Champions”.

SU DENTRO O FUORI – “Serve equilibrio, dovremo essere bravi sugli episodi”

SU REAZIONE – “La Juve non deve vivere di reazioni, ma di equilibrio. I valori della squadra non si perdono in una settimana e non si acquisiscono in una settimana. Normale avere dei momenti di flessioni, il campionato alla lunga lo vince chi è più forte. Non bisogna esaltarsi se si vince, non bisogna abbattersi se si perde. Ma eravamo primi anche prima della Lazio”.

SU DIFESA – “Vediamo come ha recuperato Chiellini. Bonucci ha bisogno di giocare, aspettiamo di capire come starà Lichtsteiner”.

SU LEMINA – “Ancora nessun aggiornamento, ora non è sicuramente a disposizione”.

SU PJANIC – “Mediano in un centrocampista a due è il ruolo che predilige di più, quando faceva il trequartista era atipico. Cambia poco, la posizione sua è quella”.

SU DYBALA – “Non ha senso discutere Dybala, sta crescendo e qualche errore sotto porta ci sta”.

 

Check Also

MERCATO, Nuova freccia per le giovanili bianconere

“I bianconeri hanno chiuso nelle ultime settimane per Samuel Iling–Junior, purosangue britannico. Esterno sinistro, nonché all’occorrenza punta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *