Home / News / ALLEGRI: “Uscire dai social? Una cosa normale. Il futuro e le critiche…”

ALLEGRI: “Uscire dai social? Una cosa normale. Il futuro e le critiche…”

Massimiliano Allegri ha incontrato i giornalisti in Sala Stampa alla vigilia del match contro il Napoli. Queste le sue dichiarazioni:

Sull’uscita dai social: “Non sono mai stato social. Scrivevo un messaggio dopo la partita. La ritengo una cosa normale. Ero a cena, parlavo non ricordo di che e ho chiuso. Penso sia normale. Un essere umano che esce dal social. Mi sorprende il clamore e che ci si chiesa cosa ci sia dietro. Sono solo uscito dai social. Se il problema di qualcuno era che scrivevo il conto alla rovescia e non sa contare all’indietro, oggi mancano 10 giorni all’Atletico”.

Sulle riflessioni sul futuro: “Ho visto il presidente come sempre quando è a Torino. Come ogni anno parleremo di come sta andando e di quale può essere il futuro. Non c’è nessun problema. Io legato alla Juventus. In quattro anni ci siamo tolti soddisfazioni, quest’anno abbiamo ancora campionato e Champions. dispiace per la coppa italia”

Sulla Champions: “Siamo li. Capita di perdere 2 a 0 all’andata. Mi son dispiaciute le reazioni, perchè l’aspettativa era che la Juve dovesse vincere 3 a 0. Aspettative da persone poco intelligenti e scollegate dalla realtà. Nella mia gestione perso 11 volte.A Berna, Siviglia, Manchester, Monaco, e le altre contro Barcellona, Real e Atletico. Tre squadre ci stanno sopra nel ranking. Questi sono i dati”

Sul Napoli: “Sta facendo un grande campionato. Domani bella serata di sport. Lo stadio spingerà il Napoli. Dovremo essere pronti e fare una partita lucida, tecnica, di intensità. Col Napoli la partita non finisce mai”

 Sulle critiche: “Io rifletto sempre, in breve e lungo termine. Non leggo i social.Ho sentito delle critiche, ma sono caduto dal pero. Contro Atletico brutto secondo tempo, ma nel calcio una palla fa la differenza. Le critiche ci stanno, ma sono frutto di aspettative che vanno oltre la realtà. In Champions può succedere di tutto. A noi mancavano 6 giocatori. Non è il campionato, dove puoi recuperare. Critiche si accettano se costruttive, ma quando si perde di vista la realtà non è un mio problema. Vincere è straordinario, non è facile. Il Real ha vinto la decima dopo undici anni.”

Sull’ingratitudine nei suoi confronti: “Io sono così. Metto passione e entusiasmo. I tifosi mi hanno appoggiato e non posso che ringraziarli. Se non faccio le capriole o manifesto la gioia non posso farci niente. Sono un allenatore e devo dare il buon esempio. Devo essere accettato per come sono. Mi sono infastidito per come abbiamo perso, ma con me stesso.Le critiche fanno parte del gioco.Devo essere lucido in quello che vedo e quello che sarà”

Sugli infortunati: “Ronaldo sta bene e giocherà. Controlli per Khedira, non si sa quando rientrerà. Douglas Costa si spera di recuperarlo per l’Atletico. Gli altri non rientrano. Lui è l’unico che si può recuperare”

Sul modulo a centrocampo: Si può giocare a due, due e mezzo.Dipende dai giocatori offensivi, dai cambi, da come penso la partita. Se giocano sia Dybala che Bernardeschi in panchina ho solo Kean, uno potrebbe stare fuori ed essere cambio importante. Abbiamo questi e bisogna fare bene

Sulla squadra: “Arriveremo contro l’Atletico in ottime condizioni. Sfrutteremo il tempo per migliorare la condizione atletica. Bonucci e Chiellini miglioreranno. Spero di recuperare Doglas e Pjanic come tutti crescerà di condizione. Non so se passeremo ma siamo pronti”

Sulle critiche che puntualmente arrivano a Marzo: “Ci danno per morti prima di essere eliminati, da li arrivano le voci del mio addio per motivi non veri. Vedrò il presidente, parleremo e si deciderà se continuare. Decideremo dopo aver parlato. Ora dobbiamo essere concentrati su quello che abbiamo, campionato,e poi la partita del 12 dove serviranno tutti e il pubblico dovrà spingerci a fare l’impresa.”

Sulla gara di domani: “Importante in ottica scudetto. Con risultato positivo aumenterebbero le possibilità. Grande sfida. Loro vogliono batterci, si preparano da una settimana o più. Serve partita di livello. Penso sarà una partita bloccata, troveremo qualche spazio perchè il Napoli gioca diretto”

Sul momento no di Mandzukic: “Capita a tutte le punte. SI diceva anche di Ronaldo, Dybala ha segnato domenica. Mandzukic tornerà al gol, sono tranquillo. Servono i gol dei centrocampisti e Bernardeschi deve fare qualche gol e sfruttare le palle inattive.”

Su Liga e Serie A: ” Liga campionato diverso. Napoli ha 59 punti. In proiezione può arrivare a 85, ma la Juve sta facendo un campionato importante. Loro avevano 10 punti in più, la Juve 4 in meno. Vincere non è semplice, al ritorno ancora di più. Serve continuità.”

Sulla mancanza di identità rispetto agli altri anni: “E’ un valore aggiunto.Devo sfruttare i giocatori a disposizione. Bisogna ritrovare Douglas Costa. Khedira si spera di riabbracciarlo prima come uomo, perchè vorrà dire che starà bene. Cuadrado difficile da recuperare. Conta arrivare in fondo al meglio, e la voglia. Bologna partita sugli straschichi di Madrid. Tutti ne hanno risentito, e alla Juve non può succedere”

Sullo scudetto: “Domani ci giochiamo matematicamente due terzi di scudetto. Tantissimo. A livello mentale è importante vincere contro la seconda e confermarsi. Il campionato lo vince la più forte e continua”

Su Emre Can: “Uno tra lui e Bentancur sarà in campo”

Sulle negatività e le speculazioni: “Non la avverto dallo stadio. Sino ad ora risultati ottimi. Cerco di guardare il positivo. Se si vede tutto nero in una sconfitta qualcosa non torna. Io cerco di cambiare le cose negative, quello che fanno gli altri son problemi loro. Poi ci si lamenta quando si leggono cose nei social e succedono cose gravi. I social non sono per tutti”

 

 

 

 

 

 

Check Also

MOURINHO: “Al Real hanno cambiato allenatore, faranno altri cambiamenti in estate”

Intervistato ai microfoni di Movistar+, Jose Mourinho ha parlato del suo futuro. Ecco le parole …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.