Home / News / Antognoni: “Dybala e Bernardeschi sono giocatori forti che da soli riescono a vincere una partita”

Antognoni: “Dybala e Bernardeschi sono giocatori forti che da soli riescono a vincere una partita”

Giancarlo Antognoni, nuovo dirigente della Fiorentina, ha parlato a Sky: “Sono stati giorni impegnativi, sono felice di questo nuovo incarico. Tornare alla Fiorentina dopo 15 anni mi ha fatto piacere, ringrazio la proprietà per questa opportunità. La Fiorentina si divide in due fasi, quella amministrativa e quella sportiva. Io attualmente mi occupo di quella amministrativa. Lavoro a stretto contatto con la proprietà, con Cognigni, Gino Salica ed ovviamente Andrea Della Valle. Il mio Fiorentina-Juventus? Il famoso 3-3 a Firenze, segnai di testa: una cosa rarissima per me, per questo me lo ricordo benissimo. È la partita nel vero senso della parola, in questo momento manca un po’ di fiducia ai viola. Non dovrebbe essere la partita dell’anno, ma per Firenze rappresenta la partita più importante. I tre punti sono gli stessi, ma per i tifosi viola è così: domenica il pubblico sarà numeroso e ci sosterrà come ha sempre fatto. Io alla Juve? Nel ’78 c’è stata questa opportunità, ma ho preferito restare a Firenze. Erano tempi diversi. Baggio? Ha fatto benissimo in viola, ha esordito con me e lo ricordo con grande effetto. Del Piero? È un numero 10 che ha deliziato la Juventus e tutto il calcio italiano. Rimpianti? No, ho fatto benissimo a restare a Firenze, ancora oggi sento l’affetto dei fiorentini. Mi dispiace di non aver vinto molto, spero di poterlo fare da dirigente. Bernardeschi o Dybala? Sono forti entrambi, sono giocatori diversi che da soli riescono a vincere una partita. Li vedrei bene insieme, hanno le caratteristiche per giocare insieme. Sousa che parla di società più ambiziose? Credo che Paulo abbia voluto dire che Bernardeschi è un giocatore bravo e che in futuro sarà richiesto da tante squadre importante. La proprietà vuole trattenere i suoi migliori giocatori, lo merita Firenze e lo merita la proprietà. La Juventus? È la squadra più forte, servirà anche un po’ di fortuna. I nostri giocatori dovranno rendere al 110% per battere la Juve, ma noi abbiamo anche dalla nostra parte il pubblico del Franchi. Il calcio italiano? Sta tornando ai livelli di qualche anno fa. Sono arrivati investitori importanti, il mercato quest’anno sarà un po’ diverso. Belotti, Donnarumma e Bernardeschi? Sì, sono il futuro dell’Italia. Il Milan ha lanciato tanti giovani italiani, l’Inter ha preso Gagliardini. Europa League? Possiamo arrivare in fondo, ma è difficile: mi piacerebbe arrivare in finale di Coppa Italia. La Fiorentina potrà lottare per lo Scudetto entro 10 anni? In 10 anni può succedere di tutto, mi auguro di sì. La proprietà è ambiziosa. Le bandiere nel calcio italiano? Oggi è più difficile, ci sono troppe offerte indecenti dall’estero, lo vediamo puntualmente ogni giorno. Non è facile rimanere tanti anni nella stessa squadra? Un pronostico per Fiorentina-Juve? Speriamo di vincere, ma affronteremo una squadra molto forte”.

Check Also

MERCATO, C’è chi parla di Dybala all’Atletico al posto di Griezmann

L’Atletico Madrid cerca il sostituto di Antoine Griezmann, in procinto di andar via. Tanti i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.