Home / News / ATALANTA – JUVE, Miglior attacco contro miglior difesa ma… i bergamaschi hanno un punto debole
Immagine dall'account twitter dell'Atalanta Calcio.

ATALANTA – JUVE, Miglior attacco contro miglior difesa ma… i bergamaschi hanno un punto debole

Confrontando i dati di Juventus e Atalanta in questa prima parte di campionato si sarebbe tentati a pensare, estremizzandone la loro lettura, che la sfida sia quella fra la squadra con il miglior attacco contro quella con la miglior difesa (la Juventus ha subito solo 9 reti).

In realtà c’è molto altro per rendere questa gara una delle più interessanti dell’intera stagione. Oltre ovviamente alla posizione in classifica di entrambe, le squadre di Sarri e Gasperini sono quelle che finora hanno espresso una maggior qualità nel gioco. Impressionanti i numeri in attacco dell’Atalanta: oltre che nei gol è prima anche nella classifica dei tiri realizzati, delle chiare occasioni da gol create e nel numero dei marcatori. I dati della Juventus differiscono di poco (soprattutto per quanto riguarda i tiri, 234 a 221, con la capolista superiore per quanto riguarda la percentuale di conclusioni nello specchio della porta).

Per contro se i bianconeri sono la squadra che ha subito meno gol, l’Atalanta è la formazione che ha recuperato più palloni nel corso di questa Serie A, 770 fino a questo momento. Il suo gioco infatti basato sul pressing alto e sul tentativo di recupero immediato della palla fa dei bergamaschi una squadra in grado di curare bene la fase difensiva.

Una fase che ha mostrato dei forti limiti però in Europa. Se infatti rispetto alle medie italiane quelle continentali della squadra di Gasperini differiscono di poco (in difetto) per quanto riguarda la mole di gioco creata e le occasioni da gol costruite, decisamente meno performante è la fase senza palla. Al netto dell’emozione e della poca esperienza europea (sicuramente elemento da non sottovalutare) patita nelle gare di UEFA Champions League, sul piano del gioco i bergamaschi hanno subito la maggior capacità di dribblare delle squadre europee. La marcatura a uomo a tuttocampo da parte di Gasperini, anche in fase di pressing, spesso va in grave difficoltà nel momento in cui un giocatore viene superato in dribbling, non trovando, attraverso il posizionamento, le giuste contromisure per controbilanciare l’inferiorità numerica che si è creata con il primo uomo saltato. E la Juventus di giocatori straordinari nell’1vs1 ne ha molti…

Dal sito della Juventus.

Check Also

SARRI a Sky: “ Cuadrado e Pjanic giocheranno sicuramente. De Ligt era solo stanco tornerà già giovedì ad allenarsi”

Queste le parole del tecnico bianconero ,Maurizio Sarri, rilasciate a Sky Sport alla viglia del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.