Home / News / BARIGELLI, “Juve, sempre la prima della classe”
Dal profilo Instagram del giocatore

BARIGELLI, “Juve, sempre la prima della classe”

Nel suo editoriale per il Corriere dello Sport, Stefano Barigelli ha commentato così la vittoria del campionato da parte della Juventus: “La Juve alla fine c’è riuscita a passare dall’otto al nove: d’altronde è o no la prima della classe? Allunga la striscia già unica nella storia del calcio italiano: un record fenomenale, ma faticato, perfino sofferto, al termine del campionato più lungo e travagliato. Conquistato perché la distanza tra la squadra bianconera e le avversarie è talmente ampia che ha avuto ragione anche nella stagione meno brillante. Doveva essere lo scudetto del gioco e dello spettacolo, in realtà il sarrismo tanto atteso s’è intravisto solo in qualche sporadica occasione. Per lo più è stato mimato da giocatori inadatti, soprattutto a centrocampo, a cominciare da Pjanic per finire a Ramsey. Ma la lista potrebbe continuare con Bernardeschi, con Matuidi, con Danilo e Alex Sandro. Chiellini all’inizio della stagione aveva previsto che la Juve sarriana si sarebbe vista a gennaio dando l’idea delle difficoltà che incontravano tutti, vecchia guardia e nuovi arrivati. Adesso possiamo dire che Chiellini parlava con l’ottimismo del capitano. Se fossimo in Formula 1 direi che è una vittoria del muretto, se fossimo in un match race di vela direi che è la vittoria del tattico, siccome è il campionato italiano di calcio, lo scudetto juventino, ancora una volta, è di chi la dirige più di chi l’allena. Sarri ha avuto l’intelligenza non banale di adattarsi, di cercare di vincere con quello che aveva, piuttosto che come voleva. Come è evidente su questi nove successi consecutivi c’è una matrice societaria, prima che tecnica. In qualche caso il club è stato anche aiutato dalla fortuna. Prendete Dybala. Non è stata una nona con la grandiosità di Beethoven, però un Inno alla Joya i tifosi possono pure intonarlo. È lui, Dybala, il simbolo tecnico di questo scudetto. Oggi Paulo il bello è il miglior giocatore del nostro campionato, avrà pure la faccia del ragazzino ma ha numeri e carattere da fuoriclasse. Una fortuna sia rimasto, meglio sarebbe per la Juve se restasse a lungo.

Check Also

FRABOTTA, Buona la prima

È stata una Juventus giovane quella vista all’opera nell’ultima giornata della Serie A 2019/20, chiusa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *