Home / News / BERNARDESCHI, In cerca di continuità

BERNARDESCHI, In cerca di continuità

Federico Bernardeschi, esterno classe 94′ , non è mai stato un goleador;  l’unica sua stagione in doppia cifra fu alla Fiorentina, quando con le sue prodezze e i suoi gol convinse Marotta e Paratici a investire sul suo talento. Purtroppo il giovane bianconero è stato martoriato da ben 9 infortuni da quando ha indossato la casacca Torinese. Con l’arrivo di Cristiano Ronaldo a Torino sembra aver iniziato ad ingranare la marcia giusta per conquistare un posto in squadra, tralasciando gli errori contro l’Ajax che hanno infastidito, giustamente, i tifosi. In 68 presenze con la maglia della Juventus ha timbrato il cartellino solamente 8 volte in tutte le competizioni affrontate dalla vecchia signora negli ultimi 2 anni, numeri che non si adeguano al suo talento. Sarà dunque necessario in questo fine campionato sfruttare a pieno tutti i minuti che gli verranno concessi da Allegri per cercare di far aumentare il numero di gol e di prestazioni positive. E’ importante nella prossima stagione cercare una certa continuità a livello fisico e sotto porta, cercando di convincere la società a puntare ancora sul 33. Bisogna ricordarsi che la Juventus, molto probabilmente, quest’anno cercherà di portare all’ombra della Mole altri talenti Europei, dovendo dunque rinunciare a qualche pezzo da 90. Sicuramente in questo finale di stagione la dirigenza farà le sue valutazioni su chi trattenere a tutti i costi e su chi lasciare andare al miglior offerente. Il club di corso Galileo Ferraris potrebbe valutare offerte Italiane e estere per non meno di 45 milioni di euro. Bernardeschi arrivò alla Juve per 40 milioni dalla fiorentina nel 2017, che per le potenzialità di questo ragazzo sembrano anche pochi vedendo le valutazioni di altri giocatori affini al suo ruolo. Federico comunque non ha mai espresso la volontà di lasciare questa maglia, che in sole 2 stagioni gli ha permesso di alzare ben 4 trofei, 2 campionati di Serie A e rispettivamente 1 Coppa Italia e 1 Supercoppa Italiana. Agli albori della sua carriere professionistica, a livello di primavera, ha vinto il titolo di capocannoniere con ben 17 gol messi a segno nella stagione 2012/13; sicuramente sarà difficile vedere altrettanti gol in una singola stagione da parte di un giocatore nel suo ruolo ma certamente a Massimiliano Allegri farebbe comodo per il prossimo anno qualche gol in più da parte del ragazzo di Carrara, che potrebbe dare un po’ più di alternative, la davanti, sia in campionato che in Champions League,  come già dimostrato nella partita di ritorno contro l’Atletico Madrid.

Check Also

PAGELLE MB, Mandzukic ritrova il gol. Il calore dello Stadium è per Barzagli

Szczesny 6.5: non può molto sul gol del vantaggio di Ilicic, ma riesce ad essere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.