Home / News / Bojinov distrugge il calcio cinese: “Non ci tornerei neanche sotto tortura, mancano cultura e passione”

Bojinov distrugge il calcio cinese: “Non ci tornerei neanche sotto tortura, mancano cultura e passione”

L’ex attaccante della JuventuValeri Bojinov ha parlato a Tuttosport della sua travagliata esperienza in Cina.
“Diciamocela tutta, in Cina puoi venire a lavorare solo per un motivo, i soldi. Il resto? Stendiamo un velo pietoso. La cultura e la mentalità qui sono diametralmente opposti alla nostra. Pare che abbiano iniziato ieri ad avvicinarsi al gioco, manco fossero Pulcini. Qui il League 1 cinese (gioca nel Meizhou Kejia) tu, europeo, devi insegnare come si gioca a calcio ai tuoi compagni, come fare le diagonali e le sovrapposizioni.
Non puoi dire che non si impegnino, i cinesi, questo proprio no. Solo che ci vuole tanto tempo e tanta pazienza. A volte, però, pensi che sia tutto inutile dato che ripetono sempre gli stessi errori. Il problema è a monte: in Cina non hanno buoni maestri di calcio, non ci sono allenatori validi a plasmare i giovani.
Quella passione che ho trovato in qualsiasi altro posto del Mondo dove ho giocato qui non esiste assolutamente. I miei compagni hanno sempre la stessa espressione, sia quando scherzo con loro, che quando mi incazzo. E la lingua è un problema eccome: nell’albergo dove vivo io parla inglese solo il direttore dell’hotel. Mi tocca ogni volta ordinare il cibo a lui, gli altri non mi capiscono. Potessi tornare indietro, sono sincero, non ripeterei lo stesso errore. Qui non verrei nemmeno sotto tortura”.

Check Also

FOCUS, Pjanic raddoppia!

La Juventus raddoppia con Pjanic! Azione prolungata dei bianconeri in area del Bologna, Pjanic recupera …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.