Home / blu / Bucchioni: “Juve, Verratti nel mirino. Il Lione libera Tolisso. Il Real non fa paura ma Allegri deve far giocare Higuain, Mandzukic e Dybala”

Bucchioni: “Juve, Verratti nel mirino. Il Lione libera Tolisso. Il Real non fa paura ma Allegri deve far giocare Higuain, Mandzukic e Dybala”

Questo l’editoriale di Enzo Bucchioni sulla Juventus per Tuttomercatoweb: “Il primo posto nel girone di Champions era un obiettivo e la Juve l’ha conquistato, cosa volete di più? Su questo Allegri ha ragione. E, pensando al sorteggio, è altrettanto vero che se ti chiami Juventus e vuoi andare avanti devi mettere in conto che prima o poi squadre come Real o City ti possono capitare. Il problema è un altro: come fare a batterle? Qui torno a un vecchio discorso tattico che, vedo con piacere, Allegri sta finalmente affrontando mettendo Pjanic nel ruolo di trequartista in attesa di Dybala. In Europa la Juve deve necessariamente provare a far giocare assieme i giocatori più forti che ha, vale a dire Higuain e Mandzukic in attacco con Dybala alle loro spalle. Se hai un potenziale così alto in zona gol devi fare in modo di sfruttarlo completamente, come fa il Real con Ronaldo, Benzema e Bale, ma in genere tutte le squadre più forti e con maggiore personalità. Ti devi porre al loro livello, giocare alla pari, visto che ne hai le potenzialità e quando te la giochi puoi anche vincere. Se giochi per non perdere le possibilità di andare avanti calano nettamente. E’ chiaro che per giocare con il tridente tutti dovranno tornare a lavorare per la squadra come sta facendo Mandzukic, è altrettanto chiaro che a gennaio servirà un centrocampista muscolare, ma trovare l’equilibrio alla squadra è compito dell’allenatore. E’ questa la grande sfida di Allegri se vorrà lasciare il segno e mettere a tacere tutte le critiche sul suo futuro e sul suo calcio vecchio, poco propositivo e generalmente passivo. In attesa di questa naturale evoluzione della Juventus (altrimenti non serviva comprare Higuain), la parola passa al mercato per colmare la falla lasciata da Pogba. Witsel è congelato, se arriva bene, altrimenti arriverà a giugno. La Juve vuole andare oltre e da ieri Marotta è tornato a pensare intensamente a Tolisso del Lione ora che i francesi sono fuori dalla Champions. Sono tanti 30 milioni? Possibile, ma la Juve non può non spendere per completare questa squadra. E servono giocatori pronti, Kessie (ad esempio) piace e la Juve lo vuole, ma per ora o per giugno? Si medita e si discute, all’Atalanta nel frattempo sono arrivare anche altre offerte straniere tipo quella del Tottenham. Anche la pista N’Zonzi è aperta, c’è la clausola, ma con il Siviglia avanti in Champions non è più così certo che il giocatore voglia lasciare la Spagna. Marotta & C. comunque sanno che sul centrocampo è necessario investire per il presente e per il futuro. E allora è tornato di moda per la prossima estate il nome di Verratti, da sempre nel mirino dei bianconeri per il dopo-Pirlo. Discorso vecchio, ma il mio amico Biasin (per onestà) l’ha già riscritto proprio qui pochi giorni fa: anche le mie strade portano alla stessa conclusione. C’è un rinnovato, deciso interesse. E il Psg è molto più morbido rispetto al recente passato, un po’ perché gli arabi hanno perso entusiasmo (volevano una squadra vincente in Europa e non solo in Francia), un po’ perché Emery a fine stagione vuol cambiare molto della squadra che fu di Blanc. Morale, Marotta sta lavorando sottotraccia con il procuratore del giocatore. Fra l’altro la Juve ormai ha svoltato, l’ingaggio di Higuain è stato un segnale forte. Con l’aumento dei fatturati anche i bianconeri possono permettersi stipendi di livello europeo, non all’altezza delle grandissime, ma comunque più appetibili anche per i top players. Verratti sarà accontentato e anche lui ha voglia di lasciare la prigione dorata del calcio francese”.

Check Also

SZCZESNY: “La Juventus gioca sempre per vincere tutti i trofei. Ieri gara non bellissima ma che ha portato 3 punti importanti“

Wojciech Szczesny ha commentato ai microfoni di Sky Sport la vittoria maturatosi nella serata di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *