Home / News / CAIRO, “Superlega? Non so chi abbia pensato a questa Champions per ricchi”
Dal profilo Instagram di Urbano Cairo

CAIRO, “Superlega? Non so chi abbia pensato a questa Champions per ricchi”

Il presidente del Torino, Urbano Cairo intervenendo a «La politica nel pallone» su Gr Parlamento ha parlato della riforma delle Coppe Europee voluta dall’ECA di Agnelli: “Non so quale mente abbia potuto concepire questa Champions dei ricchi. Viene considerata totalmente ingiusta e iniqua, ecco perché c’è questa rivolta in tutti i paesi europei. C’è un movimento che sta nascendo nel continente in maniera prepotente, totalmente opposto a questa idea scellerata di una Champions per ricchi che non ha motivo di esistere perché andrebbe a toccare quello che è il bello del calcio, ovvero la competizione, il merito, l’imprevisto. Parlare di Champions a inviti è una follia ed è contro tutto quello che è stato il calcio fino ad oggi», aggiunge Cairo. «Si vuole mutuare la realtà americana che però è nata così, con le franchigie, senza retrocessioni, dove c’è un grande circo che fa spettacolo. Ma in Europa è diverso, non dobbiamo scimmiottare totalmente gli americani. Ma che rispetto si ha dei tifosi che in settimana lavorano e nel weekend vogliono vedere le partite? Si possono distribuire meglio le risorse come in Inghilterra e sviluppare il prodotto calcio fuori dai nostri confini. Dalla vendita dei diritti tv all’estero l’Italia incassa 400 milioni, la Liga un miliardo e la Premier un miliardo e mezzo. Su Roma-Juve? La partita Roma-Juventus, sembrava un match di Champions ad invito… Beh, scherzo ovviamente, la Juventus contro i capitolini si è impegnata devo dire, ma la Roma ha avuto la meglio dimostrando di meritare i tre punti”.

Check Also

BARCELLONA, Niente Neymar: vitata su Dembelé

Secondo quanto riporta il Mundo Deportivo, in casa Barcellona filtra grande pessimismo per l’arrivo di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.