Home / News / CERRUTI, “Higuain-Piatek incroci opposti. Il Pipita al Milan pensava ancora alla Juve”
Dal profilo Instagram della Juventus

CERRUTI, “Higuain-Piatek incroci opposti. Il Pipita al Milan pensava ancora alla Juve”

Nel suo editoria per la Gazzetta dello Sport, Alberto Cerruti ha parlato di Higuain e Piatek, due attaccanti che stanno vivendo momenti decisamente opposti: “Applausi per Higuain, fischi per Piatek. I tifosi della Juventus e del Milan non hanno dubbi, confortati dagli ultimi voti della Gazzetta: 8 a Higuain, insostituibile e migliore in campo contro l’Atalanta per la doppietta finale, 4 a Piatek peggiore in campo, sostituito al 41’ della ripresa contro il Napoli dopo gli errori sotto porta. Tredici partite sono un terzo del campionato e quindi sufficienti per un primo bilancio, pensando a quello che poteva accadere l’estate scorsa e a quello che potrebbe accadere nell’imminente inverno. Higuain che doveva partire, dopo i gol contro Napoli, Inter e Atalanta, non sarà soltanto un jolly di lusso per Sarri, con o senza Ronaldo al fianco. Piatek, invece, che doveva essere il confermatissimo centravanti prima per Giampaolo e poi per Pioli, sembra destinato a fare le valigie come un anno fa. Una storia soltanto apparentemente uguale perché stavolta le quotazioni del polacco sono crollate, guarda caso come era successo al suo collega argentino quando indossava la stessa maglia del Milan. E allora proprio da qui bisogna partire, per cercare altri motivi che spieghino i casi opposti di Higuain e Piatek, protagonisti un campionato fa di una staffetta al centro dell’attacco rossonero, con risultati diversi. Era lo stesso Milan di Gattuso, in cui però Higuain si sentiva psicologicamente scaricato dalla Juventus che lo aveva ceduto in prestito, anche se poi andò al Chelsea dopo aver segnato 6 gol tutti su azione. Mentre Piatek, senza l’aiuto del miglior Suso né le sponde del rimpianto Cutrone, veniva discusso da Giampaolo che lo lasciò in panchina già alla seconda giornata contro il Brescia, preferendogli Andrè Silva, Higuain ritrovava la fiducia dell’allenatore che ne aveva esaltato le caratteristiche a Napoli, permettendogli di segnare 36 gol in campionato, nuovo record assoluto. E il resto è venuto di conseguenza. In una Juventus che funziona e mette gli attaccanti nelle condizioni di segnare, Higuain è tornato un punto esclamativo”.

Check Also

LA STAMPA: “Tiro da tre”, Juve resta in testa ma brilla solo Dybala..

“Tiro da tre”. Questo il titolo che La Stampa dedica a pagina 38 alla Juventus e alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *