Home / juventus women / Champions, un giallo che si tinge di “viola”

Champions, un giallo che si tinge di “viola”

Come riporta TuttoSport, non è ancora il momento di andare in vacanza per il calcio femminile, oggi sarà un giorno chiave soprattutto per la prossima Champions League. L’Italia avrà due rappresentanti e in questo momento solo una è sicura: la Juventus. L’altra doveva essere il Brescia che però, nonostante l’iscrizione, lascerà diritti e matricola al Milan. L’Uefa non riterrebbe dunque che il Milan possieda i requisiti per la Champions e aspetta il nuovo nome: c’è tempo solo fino al 18 giugno, dunque ancora una settimana. Ma c’è un giallo, perché Fiorentina e Tavagnacco sono arrivate a pari merito. Allora in questo caso che succede? In teoria le regole non prevedono il ricorso alla classifica avulsa o agli scontri diretti: servirebbe uno spareggio, come quello che ha assegnato lo scudetto alla Juventus sul Brescia ai rigori. La data sarebbe quella di sabato 16 giugno, ma il condizionale è necessario considerando che uno spareggio adesso avrebbe del clamoroso, considerando che il Tavagnacco è praticamente in vacanza da settimane e diverse stelle, come Lana Clelland, hanno già annnunciato l’addio alla squadra friulana. La Fiorentina invece sarebbe pronta, avendo concluso la stagione con la finale di Coppa Italia pochi giorni fa e avendo ancora calenderizzata una settimana di allenamenti a ranghi completi. Oggi è attesa dunque l’ufficialità dello spareggio, ma il Tavagnacco potrebbe decidere di rinunciare, per di più non avendo un campo omologato Uefa e dovendo sostenere costi importanti per affrontare la competizione in Europa. Oggi si dovrebbe sapere se si disputerà lo spareggio oppure si opterà per un’altra soluzione.

Check Also

MERCATO, Nuovo tentativo del PSG per Pjanic

Stando a quanto riportato dal Corriere dello Sport, la Juventus potrebbe valutare l’idea di vendere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.