Home / News / CONFERENZA STAMPA, Le parole di Sarri alla viglia della Spal:“Dobbiamo pensare partita per partita. Oggi parlerò con Chiellini e decideremo insieme sul suo utilizzo. Pjanic più avanti di Higuain nel recupero”
Maurizio Sarri

CONFERENZA STAMPA, Le parole di Sarri alla viglia della Spal:“Dobbiamo pensare partita per partita. Oggi parlerò con Chiellini e decideremo insieme sul suo utilizzo. Pjanic più avanti di Higuain nel recupero”

Queste le parole rilasciate dall’allenatore della Juventus, Sarri, in conferenza stampa, alla viglia di Spal-Juventus:

Se Chiellini e Buffon giocheranno domani: “Al momento non lo so, Giorgio sta abbastanza bene anche se gli manca l’ultimo passo che può fare più in partita che in allenamento. Valuteremo insieme dopo l’allenamento di oggi. Per quanto riguarda Buffon non lo so, anche con lui parleremo dopo l’allenamento e valuteremo solo in relazione a domani perché l’unica partita che conta è quella di Ferrara”.

Sulle caratteristiche dei giocatori: “Vi ripeto le stesse cose che ho detto a giugno in conferenza, non sto stravolgendo la mia filosofia calcistica. Ci sono da tenere in considerazione cose diverse, bisogna fare in modo che giocatori con caratteristiche individualiste rendano al meglio cercando però di innescare una precisa filosofia di gioco. Ci vuole poi ovviamente il rispetto per le caratteristiche dei singoli giocatori”.

Sulla stagione di Cuadrado: “Ha fatto una parte di stagione da difensore e per necessità in questo periodo farà l’esterno più offensivo”

Sul recupero di Khedira: “È più indietro di Chiellini, devo valutare se portarlo con noi oppure no. Parleremo con la staff per capire quale è la soluzione migliore”.

Su bernardeschi: “È nelle condizioni di giocare, valuteremo anche per lui. È stato sballottato in diverse posizioni del campo, senza Douglas è chiaramente un’alternativa anche nel ruolo d’esterno d’attacco”.

Sulla condizione generale in vista di questa serie di partite ravvicinate: “In questo momento della serie di partite non ci interessa niente, ma la sensazioni è che ci arriviamo in crescita”

Su Pjanic e Higuain e se penserà ai diffidati: “Valuteremo solo in base alla partita di domani, non facciamo calcoli futuri. Pjanic sta piuttosto bene, ieri ha svolto un buon allenamento. Gonzalo ha ancora un po’ di mal di schiena, Pjanic sembra un po’ più avanti”.

Se inserire un individualista è un passo avanti o indietro: “È un passo di chi sta facendo il proprio lavoro cercando di trarne fuori il meglio. Sarrismo e sacchismo sono tutte etichette che voi cercate di mettere alla gente ma che alla fine non valgono nulla. Nel Milan di Sacchi all’interno di un grande collettivo c’erano dentro un paio di individualisti che poi erano quelli che facevano la differenza”.

Se sarà un mese decisivo: “Noi pensiamo alla partita di Ferrara, sappiamo che è un periodo importante ma la filosofia deve essere quella di pensare partita dopo partita senza guardare a un complesso di gare. Dobbiamo pensare alla Spal e basta”.

Sulla Lazio favorita senza le coppe: “Sono pensieri sulla carta, ma poi bisogna vedere come si sta di gara in gara”.

Sulla gara di domani: “Con Di Biagio è stata fatta una sola partita quindi è difficile analizzare la situazione. È cambiato qualcosa a livello di modulo, è una partita difficile. La Juve lo sa bene perché negli ultimi anni la partita di Ferrara è stata sempre complicata”.

Se il 4-3-3 è definitivo: “No si adatterà in base ai giocatori che avremo a  disposizione. In questo momento buttiamo dentro un attaccante esterno e non un trequartista, si pensa in base ai giocatori in questo momento Cuadrado ci dà più ampiezza. A livello difensivo non cambia tanto”.

Check Also

MARCA, De Ligt vuole lasciare la Juventus

Secondo le indiscrezioni riportate dal quotidiano spagnolo Marca, Matthijs De Ligt starebbe pensando di lasciare la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *