Home / blu / CONTE, “Oggi c’erano alcuni dei miei sottotono, non possiamo permettercelo”

CONTE, “Oggi c’erano alcuni dei miei sottotono, non possiamo permettercelo”

Antonio Conte, allenatore dell’Inter, ha parlato ai microfoni di SkySport al termine del match pareggiato in casa del Lecce per 1-1. Queste le parole del tecnico pugliese: “Il risultato finale nasce dal fatto che siamo una squadra che deve andare a 200 all’ora, quando qualcuno è sottotono non ce lo possiamo permettere. Si abbassa il livello della squadra e pareggi una partita in cui dalle statistiche avresti dovuto fare i tre punti. Può capitare, resta il fatto che non siamo una squadra che andando a una velocità media riusciamo a portare a casa la vittoria. Dobbiamo andare sempre al massimo, abbiamo fatto così nel girone di andata. Quando non andiamo al massimo dei giri siamo una squadra normale. Oggi il Lecce ha cambiato sistema di gioco, ha fatto un 5-3-2 ed erano molto bassi. E’ inevitabile che diventa difficile quando trovi squadra così basse e attenti alla fase difensiva. Ci siamo riusciti all’inizio, ma siamo stati imprecisi in fase realizzativa. Non è semplice quando si confrontano due moduli all’apparenza simili, dovevamo essere più determinati a fare gol”. Conte ha poi fatto chiarezza su quello che si aspetta dalla seconda parte di stagione dai suoi giocatori e dal mercato: “Inevitabile che non possiamo permetterci più di un calciatore sottotono. Siamo stati bravi nella prima parte del campionato ad andare al massimo, poi capitano delle partite così. Se andiamo a velocità di crociera non abbiamo né la qualità né la velocità per portare a casa la vittoria. Il mese del mercato è difficile per gestire la situazione, lo dicono tutti. Ma sono stato chiaro, quando dico una cosa viene strumentalizzata. Io son contento di questi giocatori, c’è la società che fa delle valutazioni. Noi dobbiamo lavorare per mantenere una media punti importante. Calciatori in arrivo? Non mi va di entrare nel discorso del mercato, ci sono entrato l’ultima volta. Siccome qualcuno strumentalizza, c’è la società che deve fare delle scelte. Ci son loro, io faccio l’allenatore e devo cercare di tirare fuori il meglio dai miei ragazzi”.

Check Also

SARRI, Il Psg sul tecnico bianconero per la prossima stagione

Secondo quanto riportato da Calciomercato.com Maurizio Sarri, attuale allenatore della Juventus, sarebbe finito nel mirino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *