Home / News / Corradi: “La Lazio è più sfortunata che in crisi. Le prestazioni sono spesso state buone”

Corradi: “La Lazio è più sfortunata che in crisi. Le prestazioni sono spesso state buone”

L’ultima volta che la Lazio ebbe la meglio sulla Juventus in campionato fu nel dicembre del 2003, quando le reti di Fiore e Corradi permisero ai compagni di godersi una notte di festa. Proprio l’ex attaccante biancoceleste è intervenuto ai microfoni di tuttomercatoweb, per parlare della sfida di venerdì e dell’attuale momento negativo della squadra di Pioli: “Il momento in casa Lazio non è felicissimo, ma bisogna scindere la prestazione con l’esito delle recenti partite. A Empoli la squadra biancoceleste non meritava la sconfitta, la Lazio non è una squadra in difficoltà perché ha offerto una buona prestazione. È un momentaccio in quanto ogni tiro verso la porta laziale va in fondo al sacco. La squadra comunque c’è, domenica ha lottato fino in fondo. Le difficoltà, però sono sotto gli occhi di tutti. “Esattamente, che la Lazio non offra il calcio spumeggiante della passata stagione è evidente. Tuttavia, analizzando il campionato dello scorso anno, la squadra iniziò a volare dalla seconda settimana di dicembre. Esplose Felipe Anderson, il mister trovò la giusta quadratura e la formazione laziale iniziò a volare fino a conquistare il terzo posto. Con la Juve può essere un’arma a doppio taglio? In caso di successo, la squadra può risollevarsi anche sotto il profilo morale. La Juve è in ripresa e battere una compagine simile è sempre ottimo per aumentare la consapevolezza nei propri mezzi. In caso di sconfitta, potrebbe esserci un contraccolpo psicologico ma bisognerà comunque analizzare la partita. Il risultato spesso è figlio degli episodi, ma Pioli e i calciatori sanno che devono offrire innanzitutto un’ottima prestazione”.

 

 

corradi

Check Also

RASSEGNA STAMPA, I titoli sulla Juventus

Ecco i titoli sulla Juventus nei quotidiani sportivi oggi in edicola Tuttosport: “Paulo Dybala: “Al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *