Home / News / Crisi calcio giovanile italiano, Marotta: “E’ il riflesso della globalizzazione. Futuro? Migliorare il concetto di formazione”

Crisi calcio giovanile italiano, Marotta: “E’ il riflesso della globalizzazione. Futuro? Migliorare il concetto di formazione”

L’A.D. della Juventus, Beppe Marotta, ha rilasciato un’intervista a la Stampa, dove parla dei calciatori italiani in Serie A, anche quest’anno sotto la quota del 50% complessivo, ecco le sue parole:

“E’ diminuita la qualità dei giovani italiani e, soprattutto, perché anche i club minori si sono attrezzati con attività di scouting internazionale. La selezione è più ampia e aumenta l’opportunità di trovare giocatori a prezzi congrui. È il riflesso della globalizzazione. I rapporti con l’estero sono cambiati, come le strategie, qualche anno fa era inimmaginabile un calciatore con il palmares di Sagna al Benevento. Però, gli stranieri sono importanti, le grandi società in particolare importano fuoriclasse per vincere, ma far giocare degli italiani dà un grande senso di appartenenza: il ciclo della Juventus è coinciso con uno zoccolo duro italiano e uno dei nostri obiettivi è non disperdere questo patrimonio”.

Su come si può recuperare:

“Attraverso una politica di valorizzazione dei settori giovanili, con l’istituzione di Centri federali sul modello tedesco o spagnolo. Va migliorato il concetto di formazione, è fondamentale investire su tecnici preparati. Il tutto senza temere gli stranieri. Anzi, uno degli aspetti limitanti è la naturalizzazione dei giovani con radici in altri Paesi, diffusa altrove”.

Check Also

SPORTMEDIASET, Inter e Juve in lotta anche sul mercato: piace il terzino

Inter e Juventus sono pronte a sfidarsi per l’acquisto del cartellino di Emerson Palmieri, terzino italo-brasiliano classe …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.