Home / blu / Dalla Champions al campionato: non deve cambiare niente

Dalla Champions al campionato: non deve cambiare niente

Passata la sbornia della prestigiosa vittoria europea ai danni degli ex campioni d’Inghilterra del Manchester City, la Juventus si è ritrovata al centro sportivo di Vinovo, in un clima sicuramente più allegro e rilassato di qualche settimana fa. L’allenatore sembra aver un completo controllo sulla squadra, Pogba pare aver capito come si gioca da numero dieci, l’attacco finalmente segna e la difesa non fa più acqua. Insomma, la Vecchia Signora sta ritrovando col tempo tutte le proprie sicurezze e l’unica paura che, al momento, potrebbe incombere sulla testa dei protagonisti è quella di essersi svegliati troppo tardi. Ma questo lo si saprà solo a fine stagione, quando arriverà il momento di trarre le opportune conclusioni. Fino a quel momento sarà necessario viaggiare col freno a mano abbassato, puntando alla vittoria in ogni partita. Niente calcoli e gas a martello, come direbbe il grande Guido Meda: solo così sarà possibile sognare un campionato che, solamente un mese fa, si prospettava assai più in salita. Certo, ora i ragazzi di Allegri dovranno affrontare due trasferte piuttosto insidiose. Teatro della prima sarà il Barbera di Palermo, uno stadio mai banale per i bianconeri, spesso caduti sconfitti al cospetto degli entusiasti tifosi siciliani. Buffon e compagni dovranno essere bravi a continuare la striscia di risultati positivi che, dall’era Conte in poi, ha caratterizzato il confronto con i rosanero, sempre battuti negli ultimi sei precedenti. Sarà la partita di Paulo Dybala, del ragazzo che, dopo aver fatto sognare con giocate incantevoli quella piazza, ci torna da giocatore ormai affermato, indossando una maglia dieci volte più pesante. Ma, così come le gambe, anche le spalle della giovane stella argentina si sono irrobustite nel corso dei mesi, tanto da saper tollerare le pressioni e far cantare e urlare di gioia i suoi nuovi tifosi.

 

Dopo Palermo sarà la volta di Roma, dove la Juventus sarà chiamata ad affrontare la Lazio di Pioli, in piena crisi d’identità. Tuttavia, è in trasferta che i biancocelesti hanno incontrato i problemi più grandi. Fra le mura dell’Olimpico, infatti, i risultati sono stati tutt’altro che negativi, addirittura strabilianti fino a qualche domenica fa. Ma la stagione della Lazio sembra così tremendamente simile a quella del Napoli dell’anno scorso, che, eliminato ad un passo dalla Champions League, affrontò un’annata angosciosa, tormentata da continui alti e bassi.

Insomma, la Juventus ha sulla carta due partite sicuramente difficili, ma che non devono poi risultare tali nella realtà, perchè la Vecchia Signora non può perdere ulteriore terreno dal fanalino di testa. E’ giunto il momento di fare la voce grossa anche in campionato. Nell’ atteggiamento della squadra di Allegri non deve cambiare niente.

 

 

Dybala

Check Also

BARRIALES, “CR7 non serviva alla Juve, è una primadonna”

Laura Barriales, showgirl spagnola, ha parlato ai microfoni di Sportmediaset. “Mi alleno con i miei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *