Home / blu / Dall’NK Zagabria alla Juventus primavera: la grande crescita del giovane Sandro Kulenovic, futuro talento per la prima squadra.
Foto presa dal profilo Twitter della JuventusFC Youth

Dall’NK Zagabria alla Juventus primavera: la grande crescita del giovane Sandro Kulenovic, futuro talento per la prima squadra.

Con il poker rifilato ai giovani americani dell’Euro New York, la Juventus primavera stacca il pass per accedere alla fase degli ottavi del torneo di Viareggio. Fin qui, la squadra allenata da Dal Canto, si è dimostrata mordente nella fase offensiva, realizzando un totale 8 reti nella fase a gironi. Per gli amanti delle statistiche e delle coincidenze, quattro non sono solo i gol segnati oggi dalla Juventus primavera, sono anche le reti realizzate fin qui dal croato Sandro Kulenovic – realizzatore, fra l’altro, della quarta rete del match odierno- che ormai in Croazia è stato battezzato il nuovo Mario Mandzukic per il suo modo di giocare. Classe 1999, fino ai 9 anni gioca nell’NK Zagabria, per poi venir acquisito dalla Dinamo Zagabria, fino a quando, raggiunta l’età di 16 anni, viene trasferito come tutti i giovani più promettenti al Legia Varsavia. Con la seconda squadra del Legia realizza 8 gol in 26 gare, le quali evidenziano una notevole propensione al sacrificio, e due centri anche in Youth League. Riesce a trovare spazio anche in Nazionale, timbrando 16 presenze e sei gol con la Croazia Under 17, ed una rete in quattro gare con l’Under 19. Arriva infine alla Juventus primavera durante la sessione di mercato estiva 2017, dimostrando di essere un giocatore abituato a farsi valere per il bene della squadra, e senz’altro, ai piani alti della Juventus staranno cominciando a pensare se chiedere, a fine prestito -previsto a giugno- informazioni per l’acquisto a titolo  definitivo, in modo tale di garantirgli per il futuro un posto in prima squadra, e dare prova di quanto si possa rivelare fruttuoso puntare nei propri vivai.

Check Also

RONALDO, “Messi mi ha aiutato a migliorare. Andarci a cena? Perché no”E sul suo futuro…

“Non c’è  dubbio che mi abbia reso un giocatore migliore, come io ho fatto per lui. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.