Home / blu / Dopo la sosta arriva sempre un pareggio. Juve, contro il Milan non puoi permettertelo. I precedenti dicono bianconero

Dopo la sosta arriva sempre un pareggio. Juve, contro il Milan non puoi permettertelo. I precedenti dicono bianconero

Dopo la pausa ecco il Milan. Per la terza volta in questa stagione il campionato di Serie A si ferma per far spazio agli impegni delle nazionali. Era successo anche tra le seconda e la terza giornata e tra la settima e l’ottava. In entrambe le occasioni la Juventus era tornata a giocare pareggiando contro l’avversario di turno: 1-1 contro il Chievo alla terza giornata, 0-0 contro l’Inter all’ottava.

Una ripetitività da fermare. Come dire, ci si ferma, si torna a giocare, si pareggia. Un mantra che la Juventus può interrompere contro il Milan nella match del prossimo turno di campionato. Allegri solo da domani potrà contare in tutti i giocatori della rosa. Il tecnico livornese avrà a disposizione tre giorni per preparare la delicata sfida con i rossoneri: chi vince, possiamo ipotizzare, riparte per la corsa scudetto. Per chi esce sconfitto ci sarà tanto, ma tanto da lavorare. Il pareggio, ovvero il risultato “preannunciato” dalle gare delle nazionali come descritto sopra, non serve a nessuno delle due squadre, ma a beneficiarne in termini psicologici sarebbe più probabilmente la compagine allenata da Sinisa Mihajlovic.

Allegri contro il suo passato. Juventus-Milan di sabato sera sarà anche Allegri contro il suo passato. L’anno scorso la Juventus vinse entrambe le sfide, imponendosi a Milano per 1-0 con il gol di Carlitos Tevez, e confermandosi anche a Torino per 3-1 grazie alle reti di Tevez, Bonucci e Morata. Sei punti sui sei conquistabili.

Il pareggio è merce rara. L’ultima volta che a Torino la partita tra Juventus e Milan è finita senza vincitori né vinti si registra nell’anno 2012 in Coppa Italia, finì 2-2, con i bianconeri prima in vantaggio con Alex Del Piero, poi raggiunti e superati da Mesbah e Maxi Lopez. A segnare il gol del pareggio fu il montenegrino Mirko Vicinic.

MASSIMILIANO ALLEGRI 01

Check Also

CORR. TORINO, La “Juve tre” aiuta Sarri

Per ripartire al meglio la Juventus si è concessa ieri sera una partitella in famiglia. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *