Home / News / Dybala sbianchetta, scatta il “Tevez chi?”

Dybala sbianchetta, scatta il “Tevez chi?”

La pressione, quando lo affianca, si scansa per schivare i suoi morsi velenosi. Paulo Dybala è peggio del cobra reale e se il serpente in questione si diverte a cambiare il colore della pelle, lui fa lo stesso per inventare colpi sempre nuovi, originali, mortiferi. E la gente bianconera se la ride, accosta la mano all’orecchio in un movimento simil-Toni e urla: «Tevez chi?». L’Apache, il trascinatore delle folle, è già dimenticato? Sissignore, e l’Argentina va ringraziata in eterno per aver dato i natali a due mostri del gioco del pallone. La Joya è un po’ Sivori, un po’ Baggio, un po’ Del Piero, un po’ chissà chi altro ancora. Di sicuro non è Higuain, né come rendimento attuale (un gol ogni 122 minuti in media per il bianconero, uno ogni 84 per l’azzurro) né come ruolo. Ma se pensi che Dybala ha 22 anni, il libro dei sogni si apre e spalanca scenari di rara goduria.
Come l’Apache
Se c’è bisogno di una dimostrazione fresca della differenza che esiste con il Pipita, la partita di Udine viene in soccorso. L’ex Palermo sprinta, recupera palla, serve assist, batte punizioni e angoli, fa gol. Nel solo primo tempo, per dire, il giovanotto di Laguna Larga ha fatto centro per due volte su tre tentativi, con due assist e venendo pescato una sola volta in fuorigioco. Segno evidente del fatto che, oltre a una condizione fisica straordinaria, il sincronismo dei movimenti non rappresenta un problema. E il pubblico del rinnovato Friuli se n’è accorto, tanto da tributargli una standing ovation. Cinque reti nelle ultime sei partite di campionato, con tre assist a corredo. Ma soprattutto 11 gol segnati su 22 tiri: ogni due conclusioni, insomma, è festa grande. Può bastare? Beh, il conto complessivo fa ancor più spavento: 11 reti in 19 partite di campionato, più sette assist. E’ tra i calciatori più… generosi in serie A, alla pari con Lorenzo Insigne (davanti c’è Bonaventura a quota 8). Tevez, al primo anno di Juventus, a metà gennaio era a quota 11 (in 20 presenze), l’anno scorso a 15 (dopo 18 partite, naturalmente nel solo campionato). In Champions il nulla va cancellato appena possibile, ma già così Dybala è al livello di Tevez. Similitudini con Del Piero? Beh, a quell’età Alex aveva già vinto una Champions con 10 centri europei a impreziosire il quadro.
Fa tutto lui
Ha dell’incredibile l’impatto della punta albiceleste a livello di pura personalità. Pazzesco il modo in cui si è preso la Juve sotto braccio e l’ha riportata lassù, a due passi dalla vetta dopo aver rischiato l’affondamento nelle sabbie mobili di Reggio Emilia a fine ottobre, prima del principio di resurrezione collettiva coincisa con il colpo di… fortuna di Juan Cuadrado nel derby. A Udine, tanto per restare in tema, Dybala ha vinto da solo in 27 minuti: la rete d’astuzia su punizione, il determinante assist di testa nelle desolate praterie friulane per Khedira goleador, il rigore tirato con sicurezza da calciatore navigato, il tocco per Alex Sandro che fa centro con il piede destro. Già, proprio il brasiliano che di recente l’aveva così ribattezzato: «Ha tutte le carte in regola per diventare un campionato, come Neymar o Hulk». Che forza questa Juventus, che forza questo Dybala! E pazienza se ancora oggi ci si divide tra chi pensa che l’argentino sia esploso grazie al centellinato utilizzo che ne fece Massimiliano Allegri in avvio di stagione e chi, al contrario, sostiene che il tecnico abbia sbagliato a osare poco, altrimenti oggi i campioni d’Italia sarebbero già in fuga scudetto. Conta altro, in questo momento: Dybala prima punta, Dybala seconda punta, Dybala trequartista, Dybala a tutto campo, Dybala giocatore totale. E la Juventus rivede il tricolore, scrive stamani Tuttosport.
dybala

Check Also

DOUGLAS COSTA, Domani meet and greet con i tifosi

Domani Douglas Costa, come annunciato nei canali ufficiali bianconeri, incontrerà i tifosi in un meet …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.