Home / News / Dybala studia da leader e guarda i suoi idoli

Dybala studia da leader e guarda i suoi idoli

La ricetta del campione
Domanda: cosa provi, così giovane, a essere un idolo e un esempio per tanti bambini come noi? «Mi fa piacere perché è bello sentire queste parole da ragazzi come voi. Io cerco sempre di dare il meglio di me: dentro il campo come fuori, perché oltre un campo di calcio c’è una vita. Ho imparato da grandi giocatori, vedevo tanti campioni quando ero piccolo, avevo il sogno di essere come loro e per fortuna ci sono riuscito. Ora cerco io di dare il buon esempio per i ragazzi che stanno crescendo».
Seguono buoni propositi e consigli: «Vorrei migliorare con il destro, perché non sono tanto capace come con il sinistro. E vorrei migliorare anche un po’ la forza fisica, lavorando in palestra; cosa che ho cominciato a fare qua alla Juve. In Argentina e quando sono arrivato a Palermo la facevo poco». Quanto all’alimentazione… «Alla vostra età dovete mangiare tutto quello che volete. Poi quando arriverete ad allenarvi, quando sarete più grandi e il vostro corpo ne avrà bisogno, dovrete mangiare meglio, fare il sacrificio di lasciare da parte certe cose che piacciono a tutti come i dolci, le bibite. Io fino a 15 anni ho mangiato tutto, poi passava il tempo e un anno lasciavo la Cica Cola, un altro anno lasciavo le patatine fritte e via così». Essì perché la vita d’un calciatore è fatta di gioie e gratificazioni, ma anche di sacrifici, dispiaceri. «Ho pianto una sola volta, negli spogliatoi, dopo una partta. In Argentina, dopo aver perso una finale. Avevo 17 anni, però poi non mi è mai capitato. In quel momento era tanta la voglia di vincere e dopo aver perso sono entrato nello spogliatoio e ho cominciato a piangere. Poi per fortuna le altre finali che ho giocato qua le ho vinte, quindi non ho dovuto più piangere…». E comunque alla Juve è facil stare su di morale anche in virtù del feeling che c’è nel gruppo, assicura Dybala. «Di burloni ce ne sono tanti nello spogliatoio: Dani Alves, Evra, Buffon, Bonucci… E poi c’è Higuain. In questo momento sono molto vicino a Gonzalo: siamo argentini, viviamo vicini e passiamo tanto tempo insieme. Il fatto di andare in Nazionale ci ha fatto costruire un’amicizia più grande e il rapporto che abbiamo in campo è quello che abbiamo anche fuori».
Voglia di gol
Anzi, purtroppo, scrive Tuttosport, nelle ultime settimane il rapporto fuori dal campo è migliore rispetto a quello in campo. Per un motivo banalissimo: sia Dybala sia Gonzalo sono reduci da infortunio… L’obiettivo di entrambi è quello, ovviamente, di ricominciare in fretta a recuperare il tempo perso, soprattutto i gol, persi. «La prima cosa a cui penso è mio papà, tutti i gol che faccio li dedico a lui, quindi la prima cosa che mi viene in mente è lui. Poi in quel momento arrivano i miei compagni e cerco di festeggiare con loro e con la mia famiglia che è allo stadio a vedermi».
Inverosimile l’ipotesi che Dybala possa tornare a segnare già domani nella sfida di campionato in casa del Genoa. E’ ancora alle prese con lavoro differenziato, e pure la probabilità che oggi possa essere aggregato alla Primavera per iniziale gradualmente a prender confidenza con il ritmo partita (circolata nelle ultime ore) appare abbastanza remota. Se ne riparla, per una convocazione, a partire dal 3 dicembre (Juventus-Atalanta) in poi. Il recupero, tuttavia, prosegue a ritmi spediti e senza intoppi. Già nel derby dell’11 dicembre all’Olimpico – dopo la sfida di Champions League contro la Dinamo Zagabria – sarà possibile rivedere la coppia da gol tutta made in Argentina, composta appunto da Gonzalo Higuain e Paulo Dybala, in tutto il suo splendore. E con tanta, tanta, tanta voglia di dare spettacolo.

Check Also

SZCZESNY: “La Juventus gioca sempre per vincere tutti i trofei. Ieri gara non bellissima ma che ha portato 3 punti importanti“

Wojciech Szczesny ha commentato ai microfoni di Sky Sport la vittoria maturatosi nella serata di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *