Home / News / EMRE CAN, Un jolly classe ’94

EMRE CAN, Un jolly classe ’94

Lo volevano tutti, l’abbiamo preso noi». Il pensiero di Pavel Nedved nell’estate di CR7 sintetizza al meglio quanto per la Juventus sia stato importante l’arrivo di Emre Can, strappato alla concorrenza a costo zero, ingaggio e commissioni a parte. In età non avanzata (classe ‘94), versatile e con margini di crescita.

Emre è arrivato a Torino reduce da un infortunio alla schiena, che gli ha impedito di essere convocato dalla Germania per il Mondiale. I primi giorni da juventino non sono stati semplici, per questo motivo e soprattutto perché l’ex Liverpool ha patito molto i carichi di lavoro. Alla Juventus la forza recita un ruolo di primo piano nei programmi atletici e Emre non era abituato a questo tipo di preparazione. Ciò nonostante il suo impatto è stato subito brillante nei 10’ giocati al Bentegodi contro il Chievo. Grande aggressività nella pressione, notevole presenza agonistica in un contesto non semplice e una gestione della palla magari non geniale ma sempre attenta e proficua. Allegri se lo gode ed è pronto ad utilizzarlo in qualsiasi momento. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Check Also

LA STAMPA: “Black out Juve: il Milan la travolge 4-2”

“Black out Juve: il Milan la travolge 4-2”. In taglio alto sulla propria prima pagina …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *