Home / Esclusive / ESCLUSIVA MB, “Tremava prima di allenarsi con CR7”. Nicolò Fagioli raccontato dal fratello Alessandro

ESCLUSIVA MB, “Tremava prima di allenarsi con CR7”. Nicolò Fagioli raccontato dal fratello Alessandro

Il campionato 2018-19 è da qualche ora andato in archivio, l’ottavo scudetto anche. Non resta che tuffarsi nel futuro, in attesa di capire chi sarà ad accomodarsi sulla panchina lasciata libera da Allegri. Nella Juve di oggi è uno dei giovani che ha già iniziato a brillare di luce propria, in quella di domani sogna di ritagliarsi uno spazio da protagonista. Nicolò Fagioli è la nuova grande speranza di casa bianconera. Un fantasista vero e proprio, c’è chi tra qualche anno lo immagina con il 10 sulle spalle e le caselle delle statistiche sballate a portare in giro per il mondo la voce della Juventus. Per questo siamo andati ad ascoltare il racconto di chi conosce Nicolò come quasi nessun altro, il fratello Alessandro, che in esclusiva per Mb ha descritto il mondo dalla vista di casa Fagioli: “Nicolò è un ragazzo perbene, ha 18 anni e come tutti i suoi coetanei sogna di prendere la patente – racconta Alessandro – ha la ragazza e cerca di conciliare tutti gli impegni e trovar tempo anche per la famiglia. Non ha molto tempo per stare a casa con noi, ma quando capita ce lo coccoliamo e cerchiamo di passare insieme tutto il tempo possibile. 

Come tutti, anche il baby Fagioli ha degli hobby e delle passioni che coltiva nel tempo libero: “A Nico piacciono tutti gli sport a qualsiasi livello, in modo particolare segue il tennis – racconta ancora Alessandro Fagioli – ama ascoltare la musica e giocare alla play-station”.

Quando si arriva a certi livelli, chiaramente, la vita delle persone può subire delle modifiche dal punto di vista delle relazioni con il prossimo, con la popolarità acquisita che può far da calamita per i più golosi. “Nicolò adesso sta facendo una vita privilegiata, da vip. E’ capitato che siano riapparsi nella sua vita diversi ”amici” dei quali si erano perse le tracce negli anni – spiega Alessandro – anche se le persone che gli vogliono bene sul serio sono sempre rimaste, lo considerano come sempre e non vedono l’ora di riabbracciarlo.”

La scorsa estate sul pianeta Serie A e nel mondo Juve è sbarcato Cristiano Ronaldo, non esattamente uno qualunque, figuriamoci per un ragazzo del 2001 che se lo vede catapultato nel quotidiano… “Quando Nicolò ha saputo che si sarebbe allenato con lui gli tremavano le gambe solo all’idea, è una cosa che capita a pochi. Poi come in tutte le cose, piano piano, ci ha fatto l’abitudine. Allenarsi con la Prima squadra è motivo di orgoglio e piace molto a mio fratello” – ci svela il Fagioli più grande.

Recentemente i tifosi bianconeri e di Nicolò sono state vittime di uno spavento visto uno stop ordinato dai medici al ragazzo a causa di un’aritmia cardiaca, il secondo stagionale in casa Juve dopo quello di Khedira. Ma già da qui Fagioli ha iniziato a mostrare la pasta dura che lo contraddistingue e che Alessandro ci tiene a sottolineare: “Nico sta reagendo bene, ha già ripreso ad allenarsi ed è sceso in campo per una partita dopo un periodo di riposo ed allenamenti separati durati due settimane”.

E da qui la Juve riprenderà a tutelare e tenere stretto un giovane sul quale sono puntati i fari di tante big, un’ulteriore prova che il talento del giovane sia fuori discussione: non è tutto oro quel che luccica, ma spesso ci si prende…

 

 

Articolo di Vincenzo Pennisi

Check Also

COPPA ITALIA, Sarà Juventus-Udinese a Torino!

La Juventus affronterà l’Udinese in casa in occasione del prossimo ottavo di finale di Coppa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.