Home / News / Evra: leader in bianconero e fra elogi e polemiche in Francia

Evra: leader in bianconero e fra elogi e polemiche in Francia

Chi è Patrice Evra? Un giocatore con un’enorme esperienza che si diverte come un ragazzino. Una persona consapevole del privilegio che comporta la assecondare la propria passione, prendendo sul serio quella dei tifosi, senza prendere troppo sul serio la fama che ne comporta. Un uomo-si legge su Tuttosport– che fa il calciatore, non un calciatore che prova a fare l’uomo. E proprio per questo è un calciatore con un enorme carisma che lo impone come leader in uno spogliatoio dove non mancano campioni di spessore mondiale sia sotto il profilo strettamente calcistico che sotto quello umano.
Tipo eccentrico
Tipo strano, Evra. Alla Juventus unisce tutti: dirigenti, allenatore e tifosi, tutti d’accordo nel riconoscergli il peso specifico in questa rosa, l’importanza della sua duttilità tattica e l’autentico amore per la maglia che ha finora dimostrato. In Francia, invece, divide. Il suo ritorno in Nazionale degli ultimi giorni, per esempio, si è divaricato fra strane polemiche sul suo massiccio utilizzo dei social network e gli applausi di Didier Deschamps che lo ha richiamato in Nazionale e la carriera nel suo club. Ha spiegato Deschamps: «E’ felice, ha molto entusiasmo e questa è una buona cosa. E’ una cosa che ci aspettiamo dai giovani ma Patrice è sempre stato così. Ha un’influenza sul gruppo e sa di essere un privilegiato. E’ merito suo se gioca ancora ad alti livelli, non è mai sazio di giocare un certo calcio. E’ sempre competitivo al top».
…e quelli contro
Ma non tutti la pensano come Didier Deschamps (e Massimiliano Allegri), perché al suo rientro in patria, Evrà è stato preso di mira dai media internazionali. Così è stato consultato una psicologa perché esprimesse un parere sul suo utilizzo massiccio dei social network, spesso con semplici fotografia, a volte con video divertentissimi e un po’ folli.
I love this game…
«E’ a disagio quando non è al centro dell’attenzione e cerca di attirarla», spiega lo psicologo che è stato chiamato dall’Equipe. il riferimento è all’aumento piuttosto evidente dei contributi di Evra nei vari social network negli ultimi tempi. Video con uno sfondo quasi sempre divertente e divertito, video che ormai si concludono con un’affermazione che può diventare il marchio di fabbrica di Evra: «I love this game». Ovvero: «Quanto mi piace questo gioco«. Uno slogan di ispirazione americana, sempre pronunciato con il sorriso sulle labbra, convinto e coinvolgente nel suo essere antidivo e carismatico insieme ai massimi livelli.
Il grande equilibrio
Quindi la Juventus continua la sua marcia inesorabile verso il sesto campionato trascinata anche da Evra, l’uomo che l’anno scorso prese in mano la situazione insieme a Buffon dopo la sconfitta contro il Sassuolo. Anche quest’anno ricopre un ruolo fondamentale e utile nel tenere unito il gruppo, nel motivarlo, nell’essere da esempio sul campo di allenamento. Il tutto mentre Allegri gli sta preferendo Alex Sandro, più giovane e con altre caratteristiche, senza innescare malumori, musi lunghi o polemiche assortite. Se poi vuole usare i social per ridere e far ridere i tifosi, può farlo: Allegri non è un appassionato della rete, ma si gode il grande equilibrio mentale del suo difensore. Alla faccia degli psicologi francesi e di chi li consulta.

Check Also

LAZIO DECIMATA, Simone Inzaghi: “Domani avrò pochissimi cambi”

“Si, è una vigilia diversa rispetto alle altre ma dobbiamo fare una gara importante contro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *